Oculus Rift

La commercializzazione di Oculus Rift è ad un punto di svolta. Il visore per la realtà virtuale è infatti pronto a sbarcare nei negozi di (parte di) Europa e Canada a stretto giro di posta. La data in rosso è il 20 settembre, che sancirà ufficialmente la distribuzione dell’attesissimo dispositivo a firma Oculus. A comunicarlo è la stessa compagnia a mezzo di un post pubblicato nel proprio blog ufficiale, nel quale campeggiano mestamente tutte le strategie inerenti l’approdo sul mercato europeo del visore per la realtà virtuale.

Il Vecchio Continente è rappresentato da Francia, Germania e Gran Bretagna, per inciso gli unici territori nei quali Oculus Rift approderà sugli scaffali dei punti vendita aderenti. Esclusa dunque l’Italia, anche se la presenza di MediaMarkt ed Amazon – insigniti rispettivamente della distribuzione in Germania e Francia – potrebbe a conti fatti lasciar aperto qualche spiraglio relativamente alla commercializzazione del visore anche lungo il nostro territorio. Questo è l’elenco completo dei punti vendita (online e fisici) nei quali sarà attiva la distribuzione di Oculus Rift in Canada ed in (parte) dell’Europa.

  • Regno Unito: Amazon.co.uk, John Lewis, Curry’s PCWorld, GAME Digital Plc, e Harrods
  • Francia: Amazon.fr e FNAC (catena quest’ultima ormai sparita dal territorio italiano)
  • Germania: Amazon.de, MediaMarkt, e Saturn.
  • Canada: Best Buy e Microsoft Store Online

Oculus Rift potrà esser acquistato al prezzo si 699 euro, cifra che comprende il platform VR Lucky’s Tale, un pad wireless Xbox One ed una manciata di video messi a disposizione in via gratuita. Negli Stati Uniti è già possibile acquistare il visore anche nei rivenditori fisici e, dunque, nelle principali catene di elettronica. Fattispecie che sarà attivata in Europa anche a far data dal prossimo 20 settembre, in ossequio anche ad alcuni pacchetti localizzati per ciascuna nazione aderente alla commercializzazione del visore Oculus.

via

CONDIVIDI
Articolo precedentePES 2017: la Juventus non figura fra le squadre con licenza ufficiale
Prossimo articoloFacebook Messenger: Bot promozionali e sottoscrizione servizi in arrivo