In questi giorni circola su WhatsApp un messaggio che comunica l’entrata in vigore del nuovo Codice della Strada, nel quale si prevedono multe salatissime e perfino il ritiro della patente per chiunque sarà sorpreso alla guida con lo smartphone.

Nel testo del messaggio/catena che sta diventando virale sulla nota applicazione di chat si legge quanto segue: “A partire da maggio entrerà in vigore il nuovo codice della strada.
Oggi e stato approvato l’articolo più importante, ovvero: “chiunque verrà sorpreso alla guida del veicolo anche se è fermo ai semafori o agli stop con il cellulare in mano o altri apparecchi viene sanzionato con il ritiro immediato della patente per un periodo che va da 1 mese a 3 mesi e una multa che parte da 180 fino a 680 euro” a prescindere dall’utilizzo che ne stai facendo . Quindi state molto attenti nell’utilizzare il cellulare per navigare , per telefonare, per rispondere o inviare messaggi , ed organizzatevi con i viva voce.

Ma cosa c’è di vero in questa nuova catena social?  Sorprendentemente, almeno per questa volta, gran parte delle informazioni sono vere, ma imprecise.

È vero che a breve chi verrà sorpreso con una mano sul volante e l’altra sullo smartphone rischierà l’effettiva sospensione della patente da uno a tre mesi, sin dalla prima violazione. A confermare la notizia è il viceministro dei trasporti Riccardo Nencini, specificando che entro il mese prossimo il governo ha intenzione di emanare un decreto legge mirato ad intensificare le sanzioni per questo tipo di infrazioni.

In parole povere la nuova norma esiste per davvero, ma non è ancora attiva a tutti gli effetti: lo sarà nel caso in cui il Consiglio dei Ministri approverà il decreto legge nel prossimo mese di maggio 2017.

Il decreto annunciato segue le linee del disegno di legge di riforma del Codice della Strada, perciò possiamo assicurare fin da ora che il ritiro immediato della patente per chi sarà colto in flagranza sarà più che certo. Probabilmente prima dell’effettiva approvazione del decreto è plausibile che cambino gli importi delle multe, che potrebbero risultare ancora più salate.

Per ultimo, ma non meno importante, la parte più vera di tutte nel messaggio: le sanzioni saranno applicate sia a coloro che utilizzano lo smartphone durante la guida, sia ai conducenti fermi ad un semaforo rosso con il telefono in mano. Ad ogni modo questa regola esiste già nel nostro attuale Codice della Strada.

In pratica il prossimo decreto provvederà solo ad inasprire le pene per disincentivare questa cattiva abitudine.

FONTEFonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteVuoi abbonarti a Sky? In questi giorni TV Philips in omaggio
Prossimo articoloHuawei Nova Smart viene introdotto in Europa a circa 200€