Oggi viene presentato il nuovo phablet GoClever, il Quantum 600 da 6” dotato di Android 4.4 KitKat e dual SIM. Il device verrà commercializzato con Android 4.4 KitKat preinstallato e tutte le notevoli funzionalità che lo accompagnano: maggiore sicurezza dell’OS, migliori prestazioni nel gaming, utilizzo della batteria ottimizzato, supporto Bluetooth Smart, nuova applicazione Camera e Google Cloud Print.

Il Quantum 600 è equipaggiato con un display HD IPS da 6 pollici con una risoluzione di 1280 x 720 pixel che assicura un’eccellente riproduzione dei colori e ampi angoli di visualizzazione. Il processore è un Cortex A7 quad-core da 1,2Ghz e la RAM DDR2 da 1GBdispone di una memoria flash da 4GB (estendibile fino a 32GB con una Microcard), di un modulo Bluetooth, dello slot dual SIM e di un modulo Wi-Fi. Naturalmente, il device è dotato di un modulo GPS, una porta OTG microUSB 2.0, così come di due fotocamere (da 2 Mpix davanti e da 8 Mpix sul retro) e di un modulo FM. Il phablet è alimentato con una batteria da 2800 mAh.

La famiglia di smartphone GoClever verrà inoltre ampliata con l’ingresso del Quantum 500 da 5 pollici. Gli elementi che distinguono quest’ultimo dal fratello maggiore sono lo schermo  con risoluzione 960 x 540 IPS, la fotocamera posteriore da 5 Megapixel e la batteria da 2000 mAh. Così come i device Quantum 400 e 450 già disponibili (e i tablet ORION e ARIES), anche il Quantum 500 verrà a breve aggiornato alla versione 4.4 di Android.

I dispositivi saranno commercializzati in due colori – bianco e nero – e come tutti i prodotti GoClever sono coperti da una garanzia di 24 mesi e sono acquistabili presso YEPPON,   e MISCO. Il prezzo di vendita suggerito è di €199 iva compresa per il modello da 6 pollici e di €139 per quello da 5 pollici.

Inoltre, grazie all’accordo siglato con skinzone (www.skinzone.it), i device possono essere personalizzati con una cover adesiva a scelta fra le 1.200 texture già pronte, oppure tramite l’invio del proprio file immagine personale. Si tratta di un’opzione che può interessare non solo l’utente finale, ma anche le aziende che potranno così ‘vestire’ con il proprio marchio i dispositivi GoClever in uso.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteEcco quando il vostro smartphone riceverà Android 4.4 Kitkat
Prossimo articoloDichiarato il termine per lo sviluppo di Windows Phone 8.1