display OLED

Una nuova tipologia di pannello OLED è stata sviluppata dai membri del KAIST, il Korean Advanced Institute of Science and Technology. 
Si tratta nello specifico di una nuova struttura OLED creata in laboratorio dai ricercatori coreani coordinati da Ki-Hun Jeong sulla base dei fattori della bioluminescenza ispirata alle lucciole, il più efficiente sistema di produzione luminosa sin oggi mai scoperto. Vediamo di che si tratta.

Schermi OLED super luminosi grazie alla bioluminescenza

La bioluminescenza è il fenomeno naturale che si osserva con le lucciole, in grado di produrre luce tramite struttura asimmetrica nano-particellare anziché liscia. Questa particolare proprietà intrinseca consente di ottenere fattori di illuminazione straordinari oltre che una netta e drastica riduzione delle riflessioni interne.
Ecco perché si è scelto di adottare tale tecnologia anche per i display OLED futuri. Sono stati ottenuti, nello specifico, due importanti risultati derivanti direttamente dallo studio e dall’implementazione della bioluminescenza: un fattore di illuminazione maggiorato del 60% a parità di consumi rilevati ed un aumento dell’angolo utile di visuale pari al 15%.
Il coordinatore del gruppo ha dichiarato la propria soddisfazione in merito alle nuove scoperte e si dice disposto ad accogliere nuovi costruttori desiderosi di entrare a far parte attivamente del progetto per i futuri device.

Nel frattempo le ricerche proseguono spedite. Staremo a vedere come andrà a finire. Intanto facci sapere la tua in proposito.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteMiimoto, da oggi si possono acquistare gli accessori dei personaggi Wii U: si parte con Splatoon
Prossimo articoloApple Watch finalmente autonomo: dal 1 Giugno arrivano le app che non richiedono un iPhone