now on tap

Tra le novità presentate ieri sera al Moscone Center di San Francisco durante il Google I/O 2015, troviamo Now on Tap, nuova funzionalità che stravolge l’esperienza d’uso di Google Now.

Ieri sera Google ha presentato diverse novità per quanto riguarda l’ecosistema Android, a partire dalla nuova release Android M, passando per le applicazioni come Google Foto e mostrando funzionalità in grado di migliorare sensibilmente l’esperienza d’uso utente come nel caso di Now on Tap, che trasforma radicalmente l’utilizzo di Google Now, ora finalmente più ricco di opzioni ed informazioni, che lo potrebbero rendere davvero la killer application del settore mobile.

Now On Tap

Now on Tap è il nome scelto da Google per l’insieme di funzionalità e modifiche apportate a Google Now al fine di renderlo in grado di “giocare d’anticipo” rispetto alle nostre esigenze ed accessibile direttamente da applicazioni e servizi in modo semplice ed intuitivo, ma come funziona?

[

Semplicemente basterà tenere premuto il tasto “home” affinché Now on Tap interpreti il contesto in cui è stato attivato e fornisca informazioni a riguardo. Ad esempio, ricevendo un messaggio (sms, ma anche da whatsapp o facebook messenger) nel quale veniamo invitati al cinema a vedere il nuovo film di George Clooney, Tomorrowland, basterà tenere premuto il tasto ‘home’ per visualizzare una scheda pop up, nella parte inferiore dello schermo e senza uscire dall’applicazione principale, che mostra dettagli e link del film, così come ad un invito a cena in un ristorante, mostrerà informazioni sul locale che ci ospiterà.

now on tap

Ok Google

Ovviamente immancabili anche le nuove funzionalità legate ai comandi vocali attivabili tramite la famosa frase “OK Google”: durante l’ascolto di un brano attraverso Spotify ad esempio, sarà sufficiente pronunciare la frase “Ok Google” e chiedere chi è l’autore del brano, per ricevere informazioni, sempre all’interno di Spotify, con i dettagli sull’autore. Google Now on Tap sarà in grado inoltre di ascoltare le nostre conversazioni, magari durante la programmazione di un viaggio, per fornirci costi del biglietto aereo e sistemazione, in modo automatico ed “anticipando così le nostre mosse”.

Now on Tap sarà attivabile direttamente dalle impostazioni di Google Now e la casa di Mountain View ha tenuto a precisare che i dati degli utenti saranno trattati con il massimo riserbo in termini di privacy, visto che l’applicazione scambierà informazioni con i server di Google, solo ed esclusivamente quando attivata tramite il tasto ‘home’.

Now on Tap è stato presentato come un servizio legato al nuovo sistema operativo Android M, ma la speranza è che Google decida di rilasciare questo utilissimo servizio anche per chi dispone di sistema operativo Android 5.0 Lollipop o precedente.

Now on Tap al momento non è stato incluso nella Android M Developer Preview rilasciata alcune ore fa per i dispositivi Nexus, per cui sarà necessario attendere ulteriori sviluppi per maggiori dettagli.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle Play Store introduce il filtro bambini
Prossimo articoloGoogle Cloud Messaging, ecco le notifiche anche su iOS