note 7 display mode

Samsung intende agire con forza per risolvere pressoché definitivamente l’ormai vituperata questione Note 7. Secondo quanto riportato infatti in queste ore da un utente francese a mezzo Reddit, il produttore di Seoul disattiverà da remoto tutti i dispositivi ancora in circolazione e non riconsegnati alla casa madre a seguito del provvedimento di richiamo internazionale. Parole indubbiamente di rilievo, suffragate dall’esperienza diretta dell’autore della fonte in questione. Per inciso possessore del nuovo phablet Samsung con S-Pen che ha affermato di esser entrato in contatto con la stessa azienda sudcoreana: Samsung avrebbe garantito la consegna del dispositivo sostitutivo per il 19 settembre prossimo, includendo nella confezione di vendita un visore Gear VR ed una nota di spedizione prepagata per rispedire indietro gratuitamente il vecchio Note 7 afflitto dai problemi di esplosione della batteria.

Sappiamo ad ogni modo che Samsung ha già emesso un ordine di richiamo internazionale per tutti i Note 7 che sono stati spediti dai propri magazzini. Si parla, nello specifico, di 2.5 milioni di unità, pronte ad esser rimpiazzate con altrettanti dispositivi che non includano batterie prodotte dalla sua affiliata, Samsung SDI. Le tempistiche del provvedimento imposto dal produttore di Seoul dovrebbero richiedere un paio di settimane con modalità che variano da paese a paese. L’intenzione di Samsung è pertanto netta ed eloquente: archiviare nel più breve tempo possibile la questione Note 7, cercando per converso di recuperare il terreno perduto. Ma cosa succede nel caso in cui un cliente decida di non osservare il richiamo imposto da Samsung?

Il problema è di non poco conto. L’utente potrebbe optare, magari suffragato dalla convinzione di essere entrato in possesso di un dispositivo del tutto funzionante ed esente da problemi, di non rispedire indietro il proprio Note 7. Il rischio è insomma presente ed è per questo che Samsung, seppur forzosamente, stia valutando l’ipotesi di disattivare tutti i Note 7 smerciati finora da remoto. Andrà proprio così? Lo scopriremo nei prossimi giorni, in attesa di toccar con mano la veridicità della fonte in questione.

via