Note 7 IRIS Scan

Samsung Galaxy Note 7 ha introdotto un sistema che, in tempi antecedenti, avevamo già visto a bordo di soluzioni Windows Phone quali Lumia 950 e 950XL ma che – oltre ad essere un’esclusiva per Android – consente ora di estendere ulteriormente il suo campo di applicazione grazie all’impegno profuso da Samsung nel comparto sicurezza ed e-banking. La sudcoreana, in ultimo, ha realizzato nuovi accordi in grado di offrire servizi bancari e finanziari ai clienti in molti paesi del mondo, attraverso l’utilizzo del nuovo sistema di scanning intelligente introdotto dall’IRIS Scan Note 7. La divisione interna Samsung Securities, per l’appunto, punta al miglioramento continuo ed alla semplificazione delle transazioni come mai sino a questo momento. La gestione del portfolio clienti e della gestione del proprio conto corrente vengono messi ora in primo piano sul fronte dell’IT Security tramite smartphone. Il prossimo standard di autenticazione digitale non conterà più sul fingerprint access ma sul nuovo sistema di scansione dell’iride, ritenuto a tutti gli effetti più sicuro (seppur meno pratico) rispetto al precedente. Un funzionario interno della nuova divisione ha spiegato che:

L’identificazione attraverso scansione dell’iride di Note 7, insieme alla certificazione di autenticazione digitale, sarà presto disponibile sul sistema interno di trading mobile Samsung Securities

Un progetto che sta prendendo piede nella madrepatria Sud Corea e che sta coinvolgendo, sempre più marcatamente, un numero importante di istituti bancari in vista di un’espansione più mirata che abbracci anche il mercato internazionale dei servizi finanziari.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteLEGO Dimensions, disponibile il trailer “Costruisci e Riscostruisci”
Prossimo articoloRilasciato Kodi beta Kripton: restyling dell’interfaccia e alcune novità per il popolare media center