Note 7 Fan Edition

Note 7 Fan Edition (FE) guadagna i crismi dell’ufficialità, in attesa del lancio commerciale – almeno in Corea del Sud – programmato per il sette luglio prossimo. Un modo in più per far tornare a vivere il vecchio e sfortunato Note 7 (afflitto, come oramai noto, dalla vicenda di esplosioni e problematiche che lo hanno costretto a congedarsi dal mercato), oltre che una sorta di <<prova generale>> in vista del lancio del già attesissimo Note 8, il dispositivo della riscossa. Samsung è stata piuttosto conservativa nelle sue scelte, confezionando di fatto un prodotto che riprende per intero tutto ciò che contraddistingueva l’ex phablet Android con S-Pen – colorazioni comprese, come Nero Onyx, Blu Corallo, Oro Platino e Argento Titanio – e riservando cambiamenti soltanto da un punto di vista squisitamente software.

Batteria a parte (3.200mAh in luogo della vecchia unità da 3.50mAh), sarà proprio l’interfaccia – la ribattezzata Samsung Experience 8.1, su base dell’ultimo Android 7.1.1 Nougat – ad avvicinare Note 7 Fan Edition al nuovo <<corso>> targato Galaxy S8 e S8 Plus. Per l’Infinity Display (ma anche la doppia fotocamera, stando ai copiosi ed univoci rumors) dovremo infatti attendere il modello di prossima generazione, eppure i possessori del nuovo-vecchio Note potranno toccare con mano l’intera esperienza software caratterizzante gli attuali top di gamma 2017 a firma Samsung. Il rimando va, nello specifico, alle scelte squisitamente estetiche – affinate in misura ancora maggiore rispetto a quanto inaugurato proprio ai tempi di Note 7 – ma anche ad alcune funzionalità aggiuntive: si pensi, ad esempio, alla nuova modalità Always-On, ma soprattutto all’assistente Bixby, in predicato di sbarcare nei prossimi mesi anche in Italia.

A differenza di Galaxy S8 e S8 Plus, Note 7 Fan Edition non avrà un pulsante dedicato per accedere alle funzioni di Bixby, ma quel che conta è che l’assistente virtuale è stato implementato anche sul nuovo-vecchio phablet Android con S-Pen. Pronto a riportare la gamma Note al centro della scena, in attesa del prossimo Note 8.