Durante il Mobile World Congress 2015 è stato stretto un importante accordo tra Nokia e Docomo per lo sviluppo del velocissimo nuovo standard 5G.

In questo periodo di MWC, si parla sempre più spesso di 5G, il nuovo standard di velocità della rete dati che sarà il successore dell’attuale 4G ( o LTE ). Questo nuovo standard , non vedrà la luce prima del 2020 in quanto è vero che tutti i principali operatori stanno puntando su questo nuovo progetto, ma non ci sono ancora grosse basi nè per lo sviluppo, nè per la sua diffusione. Comunque ciò non toglie che si vogliano mostrare i progressi fatti al di là dei vari step del LTE/LTE-Advanced ( o 4G+ ) che pian piano si avvicinano al raggiungimento di velocità pari al GBPS.

Al Mobile World Congress sono in tanti ad avere già il 5G e tra questi anche Nokia in partnership con l’operatore giapponese Docomo. Ricordiamo che la divisione Networks & Communications, resta ancora appartenente alla “vecchia” Nokia (come la divisione per le mappe Here ), mantenendo quindi la sede in Finlandia. A Barcellona si è visto il progresso fatto finora con velocità di trasferimento pari a 2 GBPS su frequenze di 70 GHz. Si tratta al momento di soli test con trasmettitore e ricevitore a breve distanza, con il record detenuto ancora da Samsung con 7.5Gbps statici e 1.2Gbps in movimento.

L’obiettivo di Nokia è di aumentare il range d’azione della copertura radio, raggiungendo almeno 1Gbps al 95 percento delle persone che si trovano entro 120m dalla sorgente del segnale segnando così un passo avanti notevole rispetto alle attuali frequenze e velocità. Il 5G però non è pensato solo per gli sviluppi di reti mobile per smartphone e tablet, infatti grazie a questo standard si potranno sfruttare tantissimi nuovi dispositivi nell’universo dell’Internet delle Cose. Come ha confermato anche Intel nei giorni scorsi, nel 2020 saranno circa 50 miliardi i device connessi, dieci volte i livelli odierni. Ovviamente, vista la situazione delle connessioni in Italia, dove il 3G non è ancora accessibile a tutti e il 4G raggiunge i 60 MBPS ( escluse le pochissime città con il 4G+ o la Fibra ) a fronte dei 150 teorici, anche solo avere una migliore copertura del 4G e una totale copertura di 3G, sarebbe un risultato ottimo. Detto ciò apprezziamo gli sforzi di Nokia, Samsung, Docomo e tutti coloro che lavorano al 5G, pur sapendo che specialmente nel nostro paese, lo vedremo tra molto, moltissimo tempo.



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: