No Man's Sky

Molto atteso dagli utenti di computer e console, il titolo di Hello Games ha creato grandi aspettative nella testa di tantissimi videogiocatori. A gioco rilasciato e a conti fatti, la situazione di No Man’s Sky, è l’esatto contrario di ciò che ci si aspettava.

Inizialmente le lamentele sul fatto che molti contenuti fossero stati tagliati, rovinando l’esperienza di gioco tanto descritta e preannunciata dai trailer e dalle news pre-rilascio, hanno fatto nascere numerosi dubbi sulla qualità di questo titolo, portando alcuni giocatori addirittura a chiedere il rimborso a Steam e Sony, rispettivamente i “fornitori” di questo gioco su PC e Play Station 4.

Per chi volesse unirsi a questa serie di rimborsi, sappiate che Steam permette a tutti i giocatori che hanno acquistato il titolo, di essere rimborsati se ci hanno giocato meno di 2 ore complessive e se hanno il titolo da meno di 14 giorni nella libreria giochi.

Attenzione però. In rete in queste ore girano notizie di utenti che dicono di aver ottenuto comunque il rimborso da parte di Steam anche dopo una decina di ore di gioco, contro tutti i termini e le condizioni previste dal servizio.

C’è chi parla di aver ottenuto il rimborso anche da Amazon e Sony, nonostante si fossero superati i termini di rimborso previsti.

No Man's Sky

Dopo tutte queste indiscrezioni, Steam stesso ha voluto mettere subito i puntini sulle “i”, mettendo in chiaro che anche nel caso di No Man’s Sky, sono previste le solite clausole per la restituzione, senza eccezione alcuna.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNexus 2016 di HTC, ecco i presunti prezzi di listino: si parte da 449 dollari
Prossimo articoloNuovo volantino Unieuro, rinnova il tuo sapere con i vocabolari in omaggio