Nintendo lancia HackerOne, il programma dedicato a coloro che troveranno le vulnerabilità di Nintendo Switch!

Lo scopo dell’azienda è quello di rendere la sua nuova console più sicura. La stessa iniziativa era stata intrapresa per Nintendo 3DS, e non si è rilevata del tutto inutile. Infatti, durante i test, sono sbucate fuori vulnerabilità che hanno permesso agli utenti di ottenere dei compensi dall’azienda.

Ma sulla nuova console, Nintendo sembra voler investire ancora di più. Infatti, questa volta è pronta ad offrire compensi che vanno dai 100 fino ai 20.000 dollari. L’azienda incoraggia utenti ed aziende a segnalare sia i difetti software, che quelli hardware, che potrebbero comunque mettere a rischio le chiavi di sicurezza dei giochi che permettono agli hacker di creare dei cloni a basso costo. Quindi, con questo programma l’azienda cerca “a tutti i costi” di prevenire la pirateria.

Il compenso, promette l’azienda, verrà erogato ai ricercatori entro quattro mesi dalla scoperta della vulnerabilità. Ciò per permettere a Nintendo di fare le dovute verifiche e di sistemare il problema presentato. Alcuni bug sono già stati resi noti all’azienda, che ne vieta in ogni caso la divulgazione delle informazioni anche dopo aver applicato una risoluzione al problema.

Tra i ricercatori che seguono il programma HackerOne, troviamo anche aziende come: Kaspersky, Panasonic, Qualcomm, Uber, e Yelp.

VIAsecurityweek
CONDIVIDI
Articolo precedenteUncharted: L’Eredità Perduta disponibile su PS4 dal 23 agosto
Prossimo articoloInstagram Direct, arrivano diverse novità