Niantic sta cambiando i Raid EX in Pokémon GO

Niantic sta cambiando i Raid EX in Pokémon GO

La software house Niantic ha ufficialmente confermato che il sistema di inviti ai Raid EX in Pokémon GO sta per cambiare. In un recente tweet, il Supporto ufficiale della casa di sviluppo ha affermato quanto segue: “Allenatori, grazie per i vostri feedback sulle Battaglie Raid EX. Stiamo lavorando per migliorare il sistema di invito basato su quello che abbiamo sentito da voi”.

L’attuale sistema è stato spesso definito come “non abbastanza trasparente” e “troppo casuale”, in quanto gli appassionati di Battaglie Raid hanno affrontato la crudele realtà di non ricevere un invito. Questa modifica non richiede un aggiornamento del gioco lato client, tutte le risorse necessarie per i Raid EX sono già da tempo all’interno dell’applicazione. Ci aspettiamo che la prossima ondata di inviti Raid EX arrivi presto, rivolgendosi ad un pubblico più vasto di prima.

Poter ricevere un invito ai test, i giocatori dovranno aver recentemente superato un Raid nella Palestra in cui si terrà il Raid EX, perciò se non avete completato una Battaglia Raid di recente è il caso di rimediare. A tal fine, potrebbe essere d’aiuto la presenza di un utile strumento online rilasciato da The Silph Road per trovare più facilmente potenziali alleati nelle vicinanze di una Battaglia Raid: il tool rispetta le regole di Niantic e di conseguenza non fa incorrere il giocatore in alcun rischio ban, come specificato nell’articolo disponibile al seguente link. La lista completa dei Raid Boss disponibili è consultabile al seguente link.

Infine, ricordiamo che nel corso dell’Evento di Halloween 2017 sono disponibili fino al 2 novembre alcuni Pokémon rari dal look insolito, come Pikachu con il cappello da strega, Shiny Sableye e Shiny Duskull.  Per catturarne uno, si consiglia un massiccio uso di Aromi o di Moduli Esca, in modo tale da aumentare le probabilità di avvistamento. Nonostante Niantic abbia rinunciato all’ultima contromossa contro i “furbetti” che utilizzano le applicazioni per falsificare la posizione GPS, ne sconsigliamo comunque l’uso, dato che la software house potrebbe invalidare le catture sleali, come ha già fatto in passato.

Di seguito il tweet originale rilasciato da Niantic: