Il Nexus 5 è stato uno smartphone molto popolare grazie al suo ottimo hardware e soprattutto il suo ottimo prezzo. Si tratta del Nexus che più di tutti ha avvicinato i normali consumatori a questo marchio, prima relegato principalmente agli smanettoni.

Uno dei problemi che affliggeva il terminale era lo spazio di archiviazione limitato, problema che ha da sempre afflitto i terminali Nexus, vista la mancata possibilità di espandere la memoria con microSD. Nello specifico, il Nexus 5 è stato commercializzato in due varianti, una da 16GB ed una da 32GB.

Nexus 5

Un utente su XDA, probabilmente spinto dalla necessità di incrementare lo storage disponibile sul suo terminale, è riuscito nell’impresa di sostituire il chip di memoria del suo dispositivo con uno da 64GB per soli 30 dollari!

Questo significa che chiunque può cimentarsi in quest’impresa? Decisamente no. Quello che può sembrare un lavoretto da un quarto d’ora implica invece un processo di saldatura che normalmente viene eseguito da dei bracci meccanici all’interno delle fabbriche. Non si tratta di una normale saldatura e richiede che il chip eMMC sia posto sul circuito stampato con estrema precisione. Un posizionamento non corretto del chip può facilmente portare alla rottura del dispositivo.

Inoltre, oltre alla modifica hardware, si è reso necessario sistemare la tabella delle partizioni per beneficiare dello spazio supplementare disponibile.

Ad ogni modo, se il vostro Nexus 5 è chiuso in un cassetto e ritenete di avere le competenze adeguate, potete cimentarvi nell’impresa, che non solo migliora la quantità di spazio disponibile ma anche le prestazioni. Il Nexus 5 utilizza un chip eMMC 4.5 e, come testimonia l’intervento dell’utente XDA, supporta senza problemi  i più recenti chip eMMC 5.0.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteXiaomi Max e Xiaomi Mi Band 2 arriveranno il 10 Maggio
Prossimo articoloiPhone 7 potrebbe costare ad Apple un brusco calo di vendite