Nel file depositato da Apple all’Eurasia spuntano due nuovi iPad

Nel file depositato da Apple all’Eurasia spuntano due nuovi iPad

Il database eurasiatico continua ad essere una buona fonte di informazioni sulle prossime versioni di dispositivi che la compagnia di Cupertino dovrebbe rilasciare nei prossimi mesi. All’inizio di luglio, ad esempio, erano comparsi i numeri di serie di nuovi modelli di MacBook che nella giornata di ieri si sono rivelati corrispondere ai nuovi MacBook Pro con Touch Bar Coffee Lake. Nella giornata di oggi, sono stati individuati una flotta di nuovi numeri identificativi degli iPhone 2018 con iOS 12, tra i quali spuntano due nuovi modelli inediti di iPad.

I numeri identificativi degli iPhone sono A1920, A1921, A2097, A2098, A2099, A2103, A2104, A2105 e A2106. Anche se non si sa ancora con certezza a quale degli smartphone dell’azienda questi identificativi corrisponda, i rumor suggeriscono che essi comprendano con certezza l’iPhone LCD da 6.1 pollici, l’iPhone X Plus con pannello OLED da 6.5 pollici e l’aggiornamento minore dell’attuale top di gamma da 5.8 pollici. Ci sono chiaramente tre serie separate di numeri in questa lista, A19, A20 e A21, per tre differenti modelli.

Saranno 7 gli iPad rilasciati da Apple in autunno?

È interessante notare che questi siano gli stessi numeri identificativi di modello che la compagnia di Cupertino aveva precedentemente depositato ad aprile. In quel periodo, tuttavia, gli iPhone erano stati registrati con iOS 11, ora aggiornato per evidenziare iOS 12 come sistema operativo di base.

Ma come abbiamo accennato ad inizio articolo, la fonte mette in evidenza anche il deposito da parte di Apple di due nuovi modelli di iPad. I due dispositivi in questione si aggiungono ai cinque iPad che l’azienda ha registrato ad inizio mese, portando a 7 il numero totale di tablet registrati nel database eurasiatico. La cosa che stona è come i dispositivi siano stati contrassegnati come funzionanti con iOS 11, ma non iOS 12, anche se i dati potrebbero essere modificati in qualsiasi momento dalla società, come ha fatto oggi per la gamma iPhone 2018.

Fonte: 9to5mac