MWC 2018: Sony Xperia XZ2 e XZ2 Compact inaugurano il nuovo corso nipponico

MWC 2018: Sony Xperia XZ2 e XZ2 Compact inaugurano il nuovo corso nipponico

Sony mostra al Mobile World Congress 2018 di Barcellona le sue nuove strategie per il segmento mobile top di gamma. A distanza di appena cinque mesi dall’evento IFA 2017 di Berlino, la suggestiva kermesse spagnola fa da contraltare al lancio di Sony Xperia XZ2 e XZ2 Compact, che stravolgono a conti fatti il linguaggio estetico – ma anche meramente hardware – degli attuali portabandiera giapponesi.

Ambedue gli smartphone Android top di gamma di Sony ereditano gran parte delle linee estetiche messe in evidenza dai medio-gamma Xperia XA2 e XA2 Ultra, impreziosite per l’occasione da componentistiche di ultima generazione e da alcune “chicche” di rilievo come la ricarica wireless, lo schermo con aspetto in 18: 9 e un comparto fotografico rivoluzionato. Disponibilità effettiva prevista ad aprile.

Sony Xperia XZ2 abbandona l’ormai vecchio e tradizionale concetto cardine Omnibalance per far posto a cornici più assottigliate – ma non “estreme”, sulla falsariga dei principali competitors – e linee più addolcite. Il nuovo top di gamma utilizzerà un frame in alluminio con vetro 3D su ambedue le facciate, impreziosito dagli ultimi accorgimenti della tecnologia Corning Gorilla Glass 5. Il posteriore riprende invece quanto mostrato in precedenza su Xperia XA2, con il lettore di impronte digitali confermatissimo sotto la fotocamera principale, così come resta intatta la certificazione IP/IP68.

Il nuovo smartphone top di gamma Sony è dotato di un display da 5.7 pollici Full HD+ di tipo IPS HDR, sotto al quale batte forte la potenza del processore Snapdragon 845 di Qualcomm, accoppiato per l’occasione da 4 gigabyte di memoria RAM, 64 gigabyte di storage espandibile e batteria da 3.180mAh, ricaricabile sia tramite l’apposito slot USB Type-C che tramite basetta wireless, venduta in separata sede come accessorio. Manca invece il jack audio da 3.5 millimetri. Completissima la connettività con supporto alla rete LTE X20, Bluetooth 5.0 e USB Type C 3.1.

L’elemento di maggior rilievo è però il comparto multimediale, in ossequio alla presenza di speaker stereo contrassegnati sotto il nome di “S Force” che, restando ancorati a Sony Xperia XZ2, farà il paio con un sistema di feedback aptico in grado di sincronizzare le vibrazioni con il suono (funzionalità quest’ultima invece assente su Xperia XZ2 Compact). Lo smartphone integra il nuovissimo Dynamic Vibration System di Sony, che analizza i dati audio e consente di avvertire l’azione nelle proprie mani, rendendo filmati, giochi e video ancora più realistici.

Il produttore giapponese abbina poi altri accorgimenti, quali Hi Resolution Audio, tecnologia DSEE HX per l’upscaling e tecnologia Bluetooth LDAC migliorata, al fine di garantire un’esperienza di qualità anche con speaker wireless ed auricolari. Degna di nota è la fotocamera posteriore Motion Eye, anche qui rivoluzionata rispetto al passato. Sony ha infatti deciso di implementare un sensore da 19 megapixel impreziosito da apertura focale f/1.8 con registrazione 4K HDR e super slow-mo a 960  fps: la registrazione sfrutta il formato HLG (Hybrid Log Gamma), così da poter catturare la realtà con un incredibile livello di contrasto, dettagli e colori realistici e condividerla o caricarla su una TV HDR compatibile o su YouTube per visualizzare i contenuti con un realismo naturale. L’azienda nipponica sottolinea espressamente il salto generazionale compiuto rispetto ai modelli di generazione precedente, confermando il sostanziale miglioramento in tutti i contesti di scarsa illuminazione. Sony ha comunque lavorato sul software, mettendo in mostra funzionalità come Autofocus burst e Predictive Autofocus, di concerto con Quick Launch and Capture.

A completare il comparto fotografico c’è l’applicazione Creazione 3D, migliorata nelle sue funzionalità di scansione in tre dimensioni. Non solo è possibile creare scansioni 3D di oggetti e volti di amici in meno di un minuto utilizzando la fotocamera principale, ma anche realizzare scansioni con la fotocamera frontale, dando vita al proprio autoscatto tridimensionale e aprendo infinite opportunità nel mondo degli avatar 3D. A queste si aggiungono anche  funzioni di  postproduzione che rendono le scansioni 3D ancora più precise e ne incrementano la qualità. Inoltre, una volta terminata la scansione o l’autoscatto, sarà possibile caricarla sulla bacheca di Facebook direttamente dalla app Creazione 3D.

Qualche differenza in negativo per ciò che concerne Sony Xperia XZ2 Compact, rivoluzionato rispetto al passato in ossequio alla presenza di uno schermo da 5 pollici a risoluzione Full HD+.  Contrariamente alla versione più grande si perde l’impiego del vetro sul posteriore per far posto ad un più classico policarbonato. Sul fronte hardware è invece medesima la scheda tecnica, fatta eccezione per l’assenza della ricarica wireless e del sistema di feedback aptico. La batteria sarà invece da 2870mAh. Ambedue gli smartphone saranno già disponibili sul mercato con a bordo l’ultimo Android 8.0 Oreo.

FONTE: PhoneArena

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: