MWC 2018: LG V30 sarà aggiornato ad Android 8 ad aprile con ThinQ

MWC 2018: LG V30 sarà aggiornato ad Android 8 ad aprile con ThinQ

LG porta al Mobile World Congress 2018 di Barcellona una versione leggermente rifinita del suo ultimo smartphone Android top di gamma, LG V30. Nessuna variazione degna di nota o scostamento di rilievo, dal momento che il “nuovo” dispositivo – contrassegnato dall’appellativo commerciale LG V30S ThinQ – sarà caratterizzato da un incremento di memoria RAM (6 gigabyte) e di spazio di archiviazione nativo (256 gigabyte). Non arriverà purtroppo sul mercato italiano.

Il fulcro del terminale sarà ad ogni modo incentrato sul concetto cardine dell’Intelligenza Artificiale ThinQ, che LG traslerà a piè pari sugli attuali terminali della gamma V30 e V30+. Il produttore coreano va insomma ad allinearsi ad un andazzo ormai tipico e reiterato del mercato mobile, inaugurato da Huawei con il suo Mate 10 Pro e verosimilmente ripreso anche da Samsung con gli ormai in dirittura di arrivo Galaxy S9 e S9+.

Come sottolineato dalla divisione italiana della società con base operativa a Seoul, LG V30 e V30+ saranno aggiornati ad Android 8 durante il corso del mese di aprile. Il nuovo firmware sarà impreziosito da tutti gli accorgimenti software messi in evidenza dall’ultimo V30S ThinQ, ad incominciare dall’intelligenza artificiale studiata ad-hoc per la fotocamera e il riconoscimento vocale.

Ne abbiamo parlato qualche giorno or sono e oggi possiamo dar conferma delle strategie di LG. ThinQ si articolerà infatti in Vision AI e Voice AI. Il primo comparto a sua volta comprende tre nuove funzionalità dedicate alla fotocamera (AI CAM, Bright Mode e QLens), tutte improntate sulla possibilità di migliorare il processo di cattura delle foto. AI CAM ha il compito di scandagliare tutti i soggetti presenti in una data inquadratura e, sulla base di ciò, suggerisce le migliori impostazioni per lo scatto, sulla base di otto parametri: ritratto, cibo, animali, paesaggio, città, fiore, alba e tramonto. Ogni sezione ha il pregio di valorizzare l’immagine finale, tenendo conto di parametri corrispondenti e di rilievo quale il colore, l’illuminazione, il livello di saturazione e l’angolo visivo.

Bright Mode è invece orientata sul miglioramento degli scatti effettuati in condizione di scarsa illuminazione, in ossequio alla presenza di un particolare algoritmo abilitato automaticamente che unisce quattro pixel in uno per un’immagine più luminosa. QLens invece è progettato per consentire la ricerca di un determinato prodotto in rete, scattando una foto utilizzando lo smartphone.

L‘intelligenza Artificiale ThinQ in arrivo su LG V30 e V30+ farà altresì leva su Voice AI. Si tratta, in soldoni, di comandi vocali esclusivi di LG, che lavoreranno a stretto gomito con Google Assistant ma che purtroppo saranno – almeno dapprincipio – disponibili soltanto in lingua inglese.

Una buona notizia insomma per gli attuali possessori (ma anche quelli futuri) di LG V30 e V30+, tra qualche mese impreziositi da tutte le novità di Android 8.0 Oreo e dal sempre più in voga concetto cardine dell’Intelligenza Artificiale.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: