Motorola Moto Z2 Force contro ogni legge della natura: barcolla ma non molla nel nuovo stress test
Motorola Moto Z2

Motorola sta lavorando a qualcosa di molto, molto interessante che potrebbe cambiare per sempre il mercato smartphone. Qual è il nemico numero 1 degli smartphone? No, non è la batteria che si scarica ogni 20 minuti, ma l’asfalto. Studi scientifici affermano che per ogni caduta di uno smartphone un utente finisce in ospedale per infarto. Con questo nuovo brevetto le cose potrebbero radicalmente cambiare.

Motorola ed il vetro che si ripara da solo

Motorola per i suoi dispositivi “Rugged” utilizza della plastica rinforzata al posto del vetro sul display. Questo dovrebbe permettere allo schermo di essere più resistente alle cadute e non finire in frantumi in caso di scivoloni. Gli utenti hanno però contestato questa scelta perché la plastica è fortemente soggetta a graffi. Ecco quindi la nuova idea.

Ciò che sta brevettando Motorola è un tipo di vetro che dispone di “memoria”. Le proprie molecole hanno memoria della loro posizione originale, così in caso di rottura il software rileva il vetro danneggiato e chiede all’utente di non usare il dispositivo. La zona interessata viene riscaldata via hardware e così ha via il processo di “movimento” delle molecole che tornano nella loro posizione originale eliminando il danno quasi totalmente. Non è una tecnologia che ripristinerà al 100% la situazione del display, ma dalle immagini sembrerebbe già fare molto. Che dite, la casa ha colto nel cuore gli utenti?

VIAGizmochina
FONTESlashgear
CONDIVIDI
Articolo precedenteDisplay flessibili OLED, una tendenza che proseguirà nel futuro con investimenti sempre maggiori
Prossimo articoloAggiornamento Samsung Galaxy S8 versione G955FXXU1AQH3 disponibile in Italia