Brutte notizie per Motorola, infatti è da poco stata resa pubblica un sentenza che vuole Moto X e Moto G ritirati in Germania per violazione di brevetto.

La Corte Regionale di Mannheim ha stabilito che il produttore Americano ha violato un brevetto di proprietà della LPKF, una società tedesca di ingegneria. Il brevetto che violato da Motorola, si riferisce al processo di creazione delle antenne per smartphone e tablet. Il brevetto è stato utilizzato da Motorola sia il Motorola Moto X che per il Moto G.

Moto X e Moto G ritirati in Germania

La sentenza della Corte Regionale di Mannheim prevede che Motorola Deutschland e Motorola Mobility USA interrompa la distribuzione in tutta la Germania dei dispositivi che hanno violato il brevetto ma non solo in quanto, Motorola Deutschland dovrà ritirare tutti i dispositivi incriminati e già venduti. Infine Motorola dovrà provvedere a risarcire LPKF, anche se la società ha già dichiarato che si appellerà in verdetto.

Nel frattempo la società statunitense ha già trovato una soluzione che le permetterà di continuare la vendita di entrambi gli smartphone in Germania. Motorola  sostituirà le antenne dei due terminali con componenti proveniente da una costruttore autorizzato.

Ecco la dichiarazione rilasciata da Motorola sulla vicenda:

“Motorola ha preso provvedimenti per evitare l’interruzione della fornitura utilizzando componenti da una fonte autorizzata per i nuovi smartphone Moto X e Moto G attualmente in vendita.”

Nonostante la soluzione adottata, Motorola sicuramente impugnerà la sentenza in modo che LPKF non potrà intentarle nuove cause in altre nazioni in tutto il mondo.