Moto X 2017, nuove immagini confermano la doppia fotocamera

Motorola Moto X 2017

Moto X 2017 continua a tener banco in rete, malgrado non vi siano ancora indicazioni ben delineate per ciò che concerne la sua data di uscita sul mercato. Lo smartphone è comunque già stato ampiamente anticipato da svariate indiscrezioni, pronte a far definitiva chiarezza sulle peculiarità distintive della prossima <<fatica>> a firma Motorola.

Alla scheda tecnica, anticipata a più riprese da alcune piattaforme benchmark, si aggiungono adesso nuove immagini che immortalano il dispositivo – verosimilmente in fase embrionale – in tutti i suoi quattro angoli portanti. La veridicità della fonte è ancora incerta, sebbene lo smartphone riprenda per intero le scelte stilistiche e di design anticipate già nel corso delle settimane ormai trascorse.

Possiamo pertanto confermare ciò che caratterizzerà il nuovo Moto X 2017, almeno nella sua parte estetica. L’elemento distintivo è rappresentato dall’impiego di una doppia fotocamera posteriore, racchiusa all’interno di una sorta di oblò sotto il quale campeggia netto il marchio alato di Motorola. Frontalmente trova poi spazio il lettore di impronte digitali, mentre nelle porzioni superiori ed anteriori del telaio spiccano inequivocabili rispettivamente il jack audio da 3.5 millimetri (espunto invece sul già commercializzato Moto Z in versione 2016) e la USB Type-C, inframmezzata dalla griglia di altoparlanti.

Non abbiamo indicazioni riguardanti la scheda tecnica del dispositivo, indi per cui tutto resta invariato rispetto a quanto riportato nel corso delle settimane precedenti. Moto X 2017 dovrebbe infatti essere strutturato secondo i paradigmi dell’apprezzato processore Snapdragon 625 di Qualcomm (octa-core a 64bit con processo produttivo a 14 nanometri, già intravisto su Moto G5 Plus), 3 gigabyte di memoria RAM e 32 gigabyte di spazio di archiviazione interno, espandibili tramite slot per accogliere microSD. Naturalmente lo smartphone dovrebbe esser in fase avanzata in termini di sviluppo, ed è per questo che ci aspettiamo una ufficializzazione attesa già a partire dalle prossime settimane, anche in ragione delle copiose indiscrezioni che si rincorrono ormai con precisione svizzera da ormai inizio anno.