MIUI 9

Lo sviluppo della prossima MIUI 9 è ormai in dirittura di arrivo e Xiaomi, alacremente al lavoro da quasi un anno, è adesso pronta ad inverare al pubblico le novità distintive della nuova release software. La versione personalizzata di Android, in debutto attorno alla metà del mese di agosto, non vuol stravolgere quanto di buono mostrato finora, centellinando pur tuttavia migliorie, funzionalità aggiuntive e cospicui affinamenti. Una strategia a tutto tondo, quella di Xiaomi, inverata in queste ultime ore da alcune immagini rimbalzate in rete a mezzo del social network Weibo che ci permettono, a conti fatti, di poter trarre un primo e preliminare quadro su ciò che caratterizzerà la nuova MIUI 9.

Benché vi siano alcuni scostamenti nella prima screenshot (quella, per inciso, identificante le informazioni sul telefono, nelle quali campeggia una versione alpha della MIUI 8.7.7.6), possiamo già snocciolare una prima conferma: la MIUI 9 approderà sul popolare Xiaomi Redmi Note 4X. Per inciso lo smartphone che, soltanto qualche giorno addietro, era stato inserito nella lista ufficiale dallo stesso produttore cinese tra quelli in attesa di ricevere Android 7.0 Nougat. Le immagini si riferiscono d’altronde tutte al dispositivo in questione e mettono in mostra alcuni paradigmi che possiamo già aspettarci con il rilascio della nuova interfaccia su base Android targata Xiaomi: spicca in primo luogo una schermata totalmente rinnovata per quanto concerne le informazioni sul dispositivo, mentre una novità distintiva – peraltro già confermata a più riprese dalla società cinese – è il multi-windows (ossia la possibilità di eseguire due applicazioni in contemporanea, caratteristica distintiva di Nougat), in ossequio alla presenza di un nuovo pulsante incastonato all’interno della parte alta della schermata delle applicazioni recenti (sostanzialmente intatta nel suo design).

La seconda novità della nuova MIUI 9 – messa in mostra in un thread ad-hoc del forum ufficiale – è da ricercare nel ribattezzato <<Quick Card>>, ossia uno smart assistant integrato nella pagina a sinistra del launcher di Xiaomi. Le possibilità di impiego di una tale novità sono molteplici, dal momento che Quick Card offre agli utenti l’accesso immediato a varie informazioni e alle applicazioni utilizzate più frequentemente: si potrà, in soldoni, prendere note <<al volo>>, oppure controllare le notizie più importanti provenienti dal mondo, risultati sportivi, informazioni sul mercato azionario, suggerimenti sul percorso stradale (prima e durante il viaggio, giacché Quick Card potrà altresì calcolare con intelligenza un tempo approssimativo di arrivo e suggerire un percorso alternativo là dove restassimo impantanati nel traffico), visualizzazione del numero di tracking dei maggiori e-commerce cinesi (Alibaba, Tmall, JD, ad esempio) e tante altre funzionalità d’uso, pronte ad accrescere i benefici e le possibilità.

Insomma, Quick Card e multi-windows rappresentano indubbiamente i due cuori pulsanti della nuova MIUI 9, che promette comunque di esser ancor più intuitiva, semplice e leggera. L’appuntamento è adesso fissato per il 19 agosto, data del debutto della nuova interfaccia griffata Xiaomi che approderà, almeno dapprincipio, sul top di gamma Mi 6.

VIAGizMoChina
CONDIVIDI
Articolo precedenteAttivazione gratuita su tutte le offerte Infostrada
Prossimo articoloContinua la crisi del mercato PC anche nel 2017