Windows 10 upgrade

Nella giornata di ieri, attraverso un post sul blog ufficiale MicrosoftTerry Myerson Vice presidente esecutivo della divisione Device e Windows, ha chiarito alcuni aspetti in merito alle modalità di aggiornamento a Windows 10 per chi proviene da una versione precedente di Windows, specificando che questa operazione sarà resa molto più semplice. Myerson ha ricordato che l’upgrade a Windows 10 non è obbligatorio, anche se consigliato, e che  comunque è sempre possibile ripristinare la precedente installazione di Windows utilizzata, entro 31 giorni dall’aggiornamento, tramite il menu posto in Impostazioni-> Aggiornamento e Sicurezza-> Ripristino.

Sin dal lancio del nuovo sistema operativo, la notifica di aggiornamento appare nella barra delle applicazioni, questo processo sarà reso più comprensibile ed accessibile, unificando il processo di prenotazione e aggiornamento in un unico momento, mentre precedentemente era distinto in due specifiche fasi, che potevano durare un periodo più o meno lungo. Sarà possibile disattivare la notifica dell’ aggiornamento a Windows 10, dalla pagina delle impostazioni di Windows 7 o 8.1. Nei prossimi giorni l’aggiornamento al nuovo sistema operativo, sarà reso disponibile in Windows Update come “aggiornamento facoltativo”, ma diventerà “aggiornamento consigliato” a partire dal prossimo anno. Ci saranno dei miglioramenti anche del Media Creation Tool, che permetterà l’installazione delle ISO di Windows 10, attraverso la creazione di un DVD o di una chiave USB, per avere un’unica immagine in grado di aggiornare qualsiasi licenza di Windows a 32 bit o 64 bit, Home o Pro, sui dispositivi che hanno installato Software originale.

Windows 10 upgrade

In ultimo Myerson ha promesso uno sforzo maggiore, per tutti quegli utenti che non hanno acquistato un licenza “Genuine” di Windows, specificando che nei prossimi mesi, avvierà una campagna sperimentale negli USA, per agevolare  tramite lo Store o attraverso l’inserimento un codice di attivazione valido, l’acquisto di Windows 10. Myerson con orgoglio, ha dichiarato inoltre che i dispositivi aggiornati in tutto il mondo sono 110 milioni, ma si punta a raggiungere un traguardo molto più ampio nei mesi a venire.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWileyFox Swift un nuovo smartphone con CyanogenOS
Prossimo articoloCostruire uno specchio multimediale riciclando un vecchio tablet