Lo scorso dicembre, l’applicazione di Microsoft Selfie è stata lanciata sull’App Store per gli utenti iOS. Simile all’app Lumia, l’applicazione sfrutta la tecnologia computer vision, tramite la quale Selfie riesce a considerare fattori quali sesso, età, illuminazione e tono della pelle del soggetto.

Selfie riesce a migliorare automaticamente la resa dei vari autoscatti tramite algoritmi intelligenti, offrendo all’utente la possibilità di confrontare istantaneamente il risultato artefatto con l’immagine originale. Per farlo sarà sufficiente mantenere la pressione sull’apposita icona. L’applicazione mette a disposizione 13 filtri che regolano l’intensità degli effetti con una slide.

Microsoft Selfie è un’app ricca di funzioni e consente, ovviamente, di condividere i propri scatti sui social network.

Molti utenti avranno sicuramente trascorso questi  ultimi 11 mesi sperando e pregando di poter usufruire dell’applicazione anche sui dispositivi Android e finalmente il loro desiderio si è avverato: da oggi Microsoft Selfie è disponibile gratuitamente sul Google Play Store. Per poter scaricare correttamente l’app occorre uno spazio disponibile di circa 70MB sul dispositivo.

Come accennato prima, Microsoft Selfie è completamente gratuita e non richiede alcun acquisto in-app. La sua installazione richiede le autorizzazioni per l’accesso a: telefono, fotocamera, galleria foto, elementi multimediali, file, ID dispositivo e dati sulle chiamate.

Il colosso di Remdond ha anche prodotto un breve video che mostra il “prima” e il “dopo” di una foto per fornire un’idea di come funziona l’applicazione.