Windows 10 Redstone

Nonostante non fosse particolarmente attesa, Microsoft ci stupisce rilasciando una nuova build di Windows 10 Desktop nel circuito Fast Ring, dedicata a tutti gli insider che si sono iscritti al programma. Questa nuova versione, contrassegnata dal nome in codice “Redstone” equivale alla 14279 e porta con sé non solo bug fix rispetto alla precedente 271 ma anche nuove funzionalità descritte nel changelog appena reso pubblico:

  • Cortana ora parla spagnolo (in Messico), portoghese (in Brasile) e francese (inCanada)
  • Cortana ora è in grado di creare promemoria generici basati su informazioni poco complete, come “ricordami di lavare l’auto” o “ricordami di leggere il libro…”.
  • L’esperienza di login è stata leggermente rivista: la schermata di accesso usa la stessa immagine di sfondo della schermata di blocco.
  • Miglioramenti all’input di testo via tastiera virtuale, specialmente per quanto riguarda la lingua giapponese.

Oltre a questo, sono stati risolti come di consueto alcuni bug e ne traduciamo il changelog completo:

  • Risolto un crash di Edge e Cortana durante il roaming
  • Risolto un problema di Cortana in cui venivano mostrati promemoria già completati
  • Risolto un problema in cui oggetti copiati o spostati sul desktop non venivano visualizzati fino al refresh manuale (F5 o tasto destro -> aggiorna)
  • Risolto un problema in cui il download di certi driver su certi PC causava un blue screen.

Non solo cose positive però arrivano dalla nuova build. Infatti, come ogni build che si rispetti, anche la 14279 ha la classica schiera di problemi noti ed identificati che vi riportiamo di seguito prendendo direttamente quanto rilasciato da Microsoft:

Un problema di alcuni device Surface (Pro 3 / Pro 4 / Book) è in fase di investigazione: il device va in freeze totale e non risponde più ad alcun tipo di input. E’ necessario tenere premuto il pulsante di accensione per qualche secondo e forzare un hard reboot.
Sempre in fase di investigazione alcuni problemi riportati dagli Insider secondo cui alcuni device vanno in freeze o in blue screen durante il ripristino dall’ibernazione. La soluzione è quella di disabilitare l’attivazione della modalità di ibernazione.
Alcuni software Kaspersky (quali Anti-Virus, Internet Security o Total Security Suite) hanno un problema driver che non risulta compatibile con le build Insider. Al momento la soluzione è disattivarli ed affidarsi a Windows Defender oppure ad un altro antivirus.
Attivare l’opzione “Mostra tutte le icone nell’area delle notifiche” compromette il layout del systray.
Sono stati segnalati numerosi report di crash di alcune app a causa dei problemi di stabilità del sistema, attualmente in fase di investigazione.

E’ comunque apprezzabile il lavoro che l’azienda di Redmond svolge alacremente e condivide con i propri Insider in modo da avere quanti più feedback possibili per migliorarsi ed introdurre nuove funzioni, grazie alle richieste degli utenti. Ora lo scoglio maggiore resta la versione Mobile ed il suo rilascio sul mercato che ad oggi, non dovrebbe essere così remota dalla realtà (viste le performance raggiunte dalle ultime build).

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiochi che hanno definito la storia parte 1
Prossimo articoloHuawei P8 Lite Dual Sim scende a 169 Euro su GliStockisti