microsoft

Microsoft sta lavorando molto per portare avanti gli aggiornamenti delle sue applicazioni e la creazione di nuove. Ma qual è il livello di sicurezza informatica di questi prodotti? Il Security Intelligence Report volume 19 risponde esaurientemente a questa domanda fornendo i dati degli attacchi contro l’ecosistema dell’azienda di Redmond.

Questo rapporto ha evidenziato che il software prodotto da Microsoft ha fatto emergere nel 2014 ben 209 vulnerabilità arrivando a 266 nel giro di un anno con un aumento del 27,3%. Il numero di vulnerabilità emerse da questo studio sono molto elevate ma purtroppo non va meglio con il software prodotto da terze parti. Microsoft ha dichiarato che solo una piccola parte delle vulnerabilità provengono dal browser web e dal sistema operativo. A quanto sembra il pericolo maggiore per la sicurezza informatica arriva proprio dalle applicazioni prodotte da terze parti. L’azienda statunitense ha dichiarato che sono diminuite di oltre la metà le vulnerabilità riguardo le applicazioni. Microsoft, in effetti, sta lavorando molto nella risoluzione di tutte le vulnerabilità che potrebbero creare grossi problemi agli utenti finali. L’azienda ha comunque garantito che Windows 10 sta diventando un sistema operativo decisamente stabile e sicuro. Le applicazioni di Windows 10 sono già state equipaggiate con dei sistemi di protezione contro gli exploit e per rendere più difficile l’intrusione non autorizzata all’interno del proprio sistema.

Lo stesso Microsoft Edge non consente all’utente l’installazione di componenti aggiuntivi se non approvati dal colosso informatico degli Stati Uniti d’america. Bisogna vedere cosa ha ancora in serbo per gli utenti Microsoft ma sicuramente vi saranno delle grandi novità.