Microsoft Lumia 850

Se vi piace l’idea di avere uno schermo in più per il vostro smartphone, Microsoft potrebbe presto rilasciare un prodotto che probabilmente troverete interessante. Secondo WM Power User, la divisione di ricerca di Microsoft (conosciuto semplicemente come Microsoft Research), sta attualmente lavorando sulle cover per Lumia, con l’intenzione di integrare un display secondario a bassa potenza.

Come si può vedere nell’immagine qui sotto, questi schermi a bassa potenza (presumibilmente utilizzando la tecnologia e-ink dei più comuni ebook) dovrebbero avere la stessa dimensioni in pollici, dello schermo del dispositivo correlato. Quale sarebbe l’utilità di un doppio schermo? Le schermate potrebbero essere utili in diversi scenari: potrebbero agire come tastiere QWERTY  lasciando lo schermo principale per intero durante la digitazione, potrebbero visualizzare i dettagli delle notifiche, aiutare a comporre e-mail (mostrando per esempio il calendario e gli appuntamenti), e così via. Un estensione visiva del più noto multitasking insomma, un secondo schermo che permetterebbe di avere davanti agli occhi, due applicazioni diverse su due schermi separati, per aiutare le funzioni più importanti ed accelerarne l’utilizzo.

Cover Lumia

La società russa YotaPhone ha già smartphone con display e-ink secondari (l’ultimo dei quali il YotaPhone 2), anche se il suo approccio è diverso: lo schermo secondario è parte del telefono stesso, ed è incorporato sul retro.

Secondo quanto riferito, Microsoft Research è “in stretto colloquio” con la divisione Lumia per vedere se l’idea dello schermo secondario, è effettivamente realizzabile e soprattutto conveniente da progettare. Purtroppo, ancora non si hanno notizie sulla sua presunta realizzazione, e sulla reale messa in commercio delle cover multimediali. Siamo curiosi di vedere se l’idea, molto interessante, verrà realizzata: nel frattempo, fateci sapere la vostra sulla reale utilità del doppio schermo e cosa ne pensate.

CONDIVIDI
Articolo precedenteApple annuncia di aver toccato quota 1 miliardo di device attivi nel mondo
Prossimo articoloLG: ufficiale il lancio di 2 smartphone top di gamma nel 2016