Microsoft lancia Office 2019 per Mac in anteprima per clienti aziendali

Microsoft lancia Office 2019 per Mac in anteprima per clienti aziendali

Microsoft ha rilasciato oggi l’anteprima di Office 2019 per Mac ai clienti aziendali ed organizzazioni che non stanno ancora utilizzando il software Office 365 basato sul sevizio cloud dell’azienda americana. Secondo quanto annunciato in un post sul blog ufficiale del colosso di Redmond, il nuovo Office 2019 per Mac sarà rilasciato nella seconda metà del 2018, mentre Office 365 ProPlus potrà essere adottato facoltativamente, consentendo così alle aziende di utilizzare la piattaforma di Word, Excel, Outlook e PowerPoint senza spostarsi sul cloud.

Office 2019 per Mac arriva con nuove funzionalità ma solo per le aziende

Il nuovo Office 2019 per Mac offre nuove funzionalità per aiutare gli utenti a creare contenuti sorprendenti in meno tempo. Gli aggiornamenti includono un nuovo sistema di personalizzazione per le applicazioni di Office, una nuova modalità di messa a fuoco in Word, Transizioni Morph, sequenza in-click ed esportazione video 4K per PowerPoint, nuovi grafici e funzioni in Excel e posta in arrivo mirata in Outlook. Tutte queste funzionalità sono già presente di default nel piano Office 365 ProPlus ma non sono ancora disponibili sulla versione Office per Mac 2016.

Il colosso di Redmond ha dichiarato anche che il nuovo Office 2019 per Mac aiuterà gli amministratori ad implementare e gestire il software in modo molto più semplici, includendo anche il famoso software Jamf Pro. Nello specifico, gli strumenti della riga di comando consentiranno di controllare come e quando gli aggiornamenti verranno applicati ai dispositivi dei propri dipendenti, mentre il supporto per le policy e le preferenze MDM standard potrà essere applicati a livello di organizzazione e non di singolo, incluse le preferenze per Visual Macro e le impostazioni delle applicazioni. La recente integrazione di Jamf Pro aggiungerà anche un ulteriore controllo e renderà più semplice la gestione della velocità degli update di Office sui vari dispositivi.

Fonte: 9to5mac