flip cover

Microsoft sta lavorando con l’Università delle Scienze Applicate dell’Austria Superiore per creare una flip cover che fa molto di più che proteggere il proprio dispositivo. Il progetto, chiamato FlexCase, fornisce al terminale un secondo touchscreen e sfrutta la flessibilità per permettere la navigazione tra varie parti del sistema operativo.

Il circuito piezoelettrico presente all’interno della flip cover è in grado di rilevare la pressione, supporta il multitouch e reagisce quando viene piegata, tutto ciò può essere utilizzato per aprire scorciatoie o come modo per navigare tra le varie app presenti sul dispositivo. La flip cover è corredata di un display di tipo e-ink che, come potete vedere dal video qui sotto, apre tantissimi scenari possibili. Basti pensare ad esempio alla possibilità di utilizzare il display per leggere file di testo su questo display secondario in modo da ridurre al minimo l’uso di batteria e non stancare gli occhi.

Secondo il sito Gizmodo, attualmente il progetto è soltanto il frutto di un progetto di ricerca che verrà presentato alla conferenza di Interazione Uomo-Macchina che si terrà nel mese di Maggio (quindi avrà ancora quei cavi collegati sotto di essa). Non è però da escludere che in futuro potremmo vedere questa tecnologia disponibile per gli utenti consumer, rendendo le flip cover per cellulari utili quanto lo smartphone stesso.

CONDIVIDI
Articolo precedenteiPhone: dall’Edge al 6s, aspettando il 7, la storia del dispositivo Apple che ha cambiato il mondo!
Prossimo articoloHTC 10: ecco cosa pensano gli utenti