Purtroppo sembra che Microsoft Edge non sta ottenendo i risultati sperati visto che ancora scarseggiano le sue adozioni. Per ora quindi il web browser per Windows 10 sembra dover ancora cedere il passo nei confronti dei suoi competitori principali come Google Chrome e Mozilla Firefox. Oggi sono emersi i nuovi dati raccolti da NetApplication hanno mostrato una realtà abbastanza dura per questa applicazione.

Ma quali sono le cause che non permettono a questo web browser di poter competere con i suoi competitori? Microsoft Edge continua ad avere ancora molti problemi anche se il colosso informatico degli Stati Uniti d’America ha deciso di correre ai ripari. Il problema principale di Edge è la mancanza di estensioni che dovrebbero essere inserite con l’avvento di Windows Redstone. Questo browser web è inoltre strettamente collegato a Windows 10, il suo sistema operativo, cosa che per ora non sembra aiutare molto la sua diffusione mentre Internet Explorer 11 è il browser predefinito di Windows 7 e Windows 8 quindi se uno o tutti e due i sistemi operativi vanno molto bene il risultato non può che agevolarlo ed attualmente ha la quota del 25.57%. Secondo il grafico realizzato da NetApplication, attualmente Microsoft Edge viene usato solo dal 2,25% degli utenti cosa che sicuramente non farà molto piacere all’azienda statunitense. Ancora più complicata si fa la situazione se si pensa al fatto che questa applicazione ha perso quasi un punto percentuale dal mese scorso.

Bisogna vedere se Microsoft Edge riuscirà dopo aver ottenuto gli aggiornamenti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe foto di Samsung Galaxy S6 edge e Galaxy S6 con Android 6.0
Prossimo articoloCome cambiare i server DNS su Windows