Microsoft Edge è diventato nel mese di luglio il browser web di Windows 10 purtroppo sembra che questo software stia lottando per la sua sopravvivenza non riuscendo comunque ad ottenere il risultato sperato dal colosso informatico di Redmond. Oggi sono uscite nuove analisi di mercato che hanno purtroppo evidenziato grossi problemi a competere con avversari come Google Chrome e Mozilla Firefox.

Net Applications, azienda statunitense specializzata nella creazione di analisi del mercato, ha pubblicato uno storico passando dal quasi 40% del mese di agosto fino al 31,2% del mese di novembre ottenendo un tonfo che fa ancor più rumore per il fatto che questo è il browser di default per Windows 10. La situazione sembra essere ancora più complicata per l’irlandese StatCount che ha stimato nel 15,2% la quota di mercato nel mese di agosto per poi scendere al 12.9% nel mese di novembre. La terza fonte è invece il DAP, Digital Analytics Program, che crea analisi di molti tipi riguardo l’uso di internet tenendo presente i siti visitati, il tipo di dispositivo ed il sistema operativo usato negli Stati Uniti d’America. Da questi dati si desume che sebbene Windows 10 sia il sistema operativo più usato in assoluto non vi è un conseguente miglioramento per Microsoft Edge che è passato dal 24.6% al 23,6% per poi scivolare al 22,4% del mese scorso.

Per avere dei miglioramenti delle prestazioni di Microsoft Edge probabilmente bisognerà attendere il rilascio del grande aggiornamento che porterà a questo sistema operativo la possibilità di installare estensioni proprio come ora succede per Chrome e Firefox. Sono ultimamente emerse alcune indiscrezioni che hanno confermato che questa funzionalità sarà inserita in Edge.

FONTE

CONDIVIDI