Windows 10

Microsoft ha pubblicato il rilascio di Windows 10 Anniversary Update nella prima parte di questo mese. La compagnia è ancora occupata nel rilascio della major release del proprio sistema operativo in buona parte del globo, ma una consistente fetta di coloro che hanno già ricevuto l’aggiornamento ha purtroppo riscontrato una serie di problemi che causano il blocco del dispositivo aggiornato.

Fortunatamente, Microsoft ha preso atto dei problemi che causerebbero una cattiva esperienza d’uso dopo l’aggiornamento ad Anniversary Update ed un team sta lavorando all’identificazione del problema specifico e ad una conseguente soluzione. All’interno del proprio forum, Microsoft afferma quanto segue:

Microsoft ha ricevuto un gruppo di segnalazioni che lamentavano un blocco del PC di alcuni utenti dopo l’aggiornamento a Windows 10 Anniversary Update; siamo riusciti a restringere il campo in cui si verificano i blocchi, ovvero nel caso in cui il sistema operativo sia stato installato su un disco a stato solido (SSD) e le applicazioni e i dati archiviati in un altro disco. Il problema non dovrebbe presentarsi nel caso in cui Windows 10 venga avviato in modalità provvisoria. Se stai sperimentando questi fastidiosi blocchi, provvederemo ad aggiornare questo thread. Clicca sul pulsante di iscrizione alla fine di questo post se vorrai essere notificato una volta che questo thread risulterà aggiornato. Nel frattempo, puoi evitare questo inconveniente accedendo al tuo PC attraverso la modalità provvisoria e spostare le tue applicazioni e dati nello stesso disco in cui è stato installato il sistema operativo.

Anniversary Update

Come soluzione temporanea, tuttavia, Microsoft suggerisce di tornare alla versione di Windows 10 numero 1511 usando i metodi che illustriamo a seguire:

  1. Riavviare il PC. Una volta arrivati alla schermata di login, tenere premuto il tasto Shift mentre si esegue il percorso Arresta > Riavvia il sistema.
  2. Dopo il riavvio del PC e la comparsa della schermata “Scegli un’opzione” selezionare Risoluzione dei problemi > Opzioni Avanzate > Vai indietro alla build precedente.

Se non appare questa opzione, provare col secondo metodo:

  1. Riavviare il PC. Una volta arrivati alla schermata di login, tenere premuto il tasto Shift mentre si esegue il percorso Arresta > Riavvia il sistema.
  2. Dopo il riavvio del PC e la comparsa della schermata “Scegli un’opzione” selezionare Risoluzione dei problemi > Opzioni Avanzate > Impostazioni di avvio > Riavvio.
  3. Dopo il riavvio del PC, sarà presente una lista di opzioni; selezionare 4 o F4 per avviare il proprio PC in modalità provvisoria.
  4. Apri l’applicazione delle impostazioni.
  5. Seleziona Aggiornamenti e sicurezza dopodichè la tab Ripristino.
  6. Sotto “Torna indietro ad una build precedente”, clicca il bottone per iniziare e segui le istruzioni a seguire.

I metodi appena descritti funzionano a dovere se si ha aggiornato il proprio PC a Windows 10 Anniversary Update di recente; sfortunatamente, però, se è scaduto il termine di 10 giorni bisognerà attendere una soluzione da parte di Microsoft.

Il colosso di Redmond sta lavorando ad una soluzione per i problemi di blocco causati da Anniversary Update e provvederà quanto prima ad una risoluzione definitiva del problema. Sembra che la compagnia stia lavorando ad una soluzione all’interno di un prossimo aggiornamento cumulativo, ma potrebbe volerci un po’ prima che questo venga rilasciato al pubblico.