Windows Store

Microsoft, seguendo quanto fatto anni fa da Apple e Google, ha deciso di comunicare i numeri relativi alle applicazioni e giochi disponibili sul proprio Windows Store, mostrando che gli sforzi fatti per crescere nel settore mobile stanno iniziando a dare risultati, anche se, almeno in questo specifico caso, i semplici numeri non raccontano una verità assoluta.

Secondo quanto riportato da Microsoft, ad oggi oltre 669.000 applicazioni per smartphone, desktop e tablet sono disponibili sul Windows Store. Ovviamente non tutte sono disponibili su Windows Phone o PC, ma grazie alle “universal apps” di Microsoft, il numero della applicazioni disponibili per entrambe le piattaforme, potrebbe crescere rapidamente nei prossimi mesi.

Windows Store

Purtroppo però, nonostante un incremento del 67% delle app presenti nel Windows Store rispetto al 2014, Microsoft è ancora lontana da quanto proposto dai concorrenti iOS ed Android, in grado di offrire ai propri utenti rispettivamente 1.5 ed 1.6 milioni di applicazioni.

Altro aspetto negativo da tenere in considerazione per il Windows Store è la mancanza di app e giochi popolari o di qualità, come ad esempio Instagram, presente solo in versione BETA da oltre due anni per i dispositivi di casa Microsoft.

Al momento quindi, nonostante il buon incremento nella presenza di app nel Windows Store, Microsoft è presa tra due fuochi: da una parte, i consumatori non sono disposti a comprare uno smartphone privo delle applicazioni più popolari e dall’altra parte, gli sviluppatori non sono disposti a realizzare software per una piattaforma con un mercato limitato.

La speranza a questo punto per Microsoft è che le vendite di dispositivi Windows Phone subiscano un notevole incremento, convincendo così gli sviluppatori a produrre applicazioni e giochi anche per questa piattaforma, oppure presto l’azienda sarà costretta a seguire ciò che ha già deciso di fare BlackBerry e cedere alla concorrenza, iniziando a produrre smartphone con sistema operativo Android e sfruttare così l’enorme catalogo Play Store, per convincere i consumatori a puntare su un dispositivo della serie Lumia piuttosto che un diretto concorrente.

Via