Il Mi Piace di Facebook cambia veste e diventa più vivace grazie alle emoji di rabbia, tristezza, stupore, divertimento e amore.

Quante volte vi sarà capitato, accendendo a Facebook, di ritrovarvi davanti a post assurdi, immagini strappalacrime e notizie inquietanti e non poter fare altro che cliccare “mi piace”, quando avreste voluto invece esprimere sentimenti un attimino più eloquenti ed intensi, senza dover per forza ricorrere ai commenti, e vi sarà venuto da pensare: -Ci vorrebbe il pulsante “mi dispiace” o “non sono d’accordo”– proprio per manifestare qualcosa di più profondo.

CZwf1z9WYAAWw8b

 

Ovviamente il team di sviluppatori di Mark Zuckerberg ha di nuovo dato libero sfogo ai propri super poteri, leggendovi nel pensiero e annunciando l’arrivo di nuove emoji accanto al solito “pollice alto” – dalla faccina arrabbiata a quella innamorata, a quella triste. In realtà, a rilasciare le ultime notizie in merito è stata la Bloomberg, multinazionale nel settore dei mass media con sede a New York, secondo cui nelle prossime settimane questa novità raggiungerà prima gli Stati Uniti e successivamente il resto del mondo.

Ovviamente Zuckerberg è consapevole di correre un bel rischio con questo attesissimo cambiamento e proprio per questo è stato affiancato anche da un team di esperti di marketing e sociologia. Gli “stati d’animo” scelti per arricchire il Mi Piace di Facebook sono dunque frutto di lunghi studi, approfonditi da esperimenti socioculturali. Non a caso, il tanto richiesto “pollice verso” (per indicare dissenso) è stato subito scartato, proprio per ragioni di marketing.

Non ci resta che attendere e prepararci a lasciare il nostro segno sotto ai post dei nostri amici in maniera più personale e caratteristica.