Nuovi tablet Motorola

Dopo un discreto periodo fiorente, è tempo di crisi anche per il mercato tablet che prevede un calo delle vendite fino al 3,5% nel prossimo anno.

L’allarme arriva da una ricerca condotta da TrendForce, che avrebbe quantificato una perdita netta nella vendita dei tablet nell’anno 2015 (i quali non dovrebbero superare i 185,6 milioni di unità), sia a causa di un certo ritorno di fiamma verso i notebook sia per la crescita della concorrenza rappresentata da phablet e Chromebook.

Il mercato Tablet, dopo un raggiante 2013 che aveva segnato un + 52%, ha visto tale percentuale crollare ad un misero +7% nel 2014, lasciando delusi i costruttori che, dal canto loro, hanno la “colpa” di aver proposto tablet difficilmente innovativi e produttivi. Se da un lato il tablet nasce per soppiantare il notebook, bisogna ammettere che di certo non ha fatto molti passi avanti nel superarlo, anzi, proprio quest’ultimo si è nel tempo reinventato proponendo soluzioni d’avanguardia come i convertibili o gli eccezionali ultrabook. Coloro che avevano puntato al tablet per sostituire il laptop, sono dunque dovuti tornare sui propri passi. Senza contare poi il ciclo di vita di un tablet medio che si aggira intorno ai 4 anni circa, contro quello di un prodotto come gli smartphone che vengono sicuramente rinnovati più spesso (12-24 mesi).

Anche Apple, leader del mercato con i suoi iPad, ha subìto il brusco calo e insieme agli altri produttori dovrà pensare senz’altro a delle contromisure per sopperire a questa “caduta”. Staremo a vedere se le varie aziende riusciranno a sviluppare dei tablet innovativi che riescano a portare ancora l’entusiasmo dei primi tempi.