iPhone 8

Quando un nuovo melaphonino è prossimo all’uscita per i fornitori è sempre un problema visti i quantitativi di componenti richieste dalla società, ora con iPhone 8 forse è anche peggio. Quest’anno i dispositivi che arriveranno sul mercato sono 3, non dimentichiamoci infatti anche i nuovi iPhone 7S e 7S Plus, visto che alla presentazione mancano poco più di 2 mesi la catena di produzione deve darsi assolutamente una mossa.

Purtroppo pare però che sia insorto al’ultimo un altro problema legato alle memorie NAND dei dispositivi. La memoria NAND è il chip di iPhone che memorizza i dati e possiamo considerarlo un equvalente degli HDD o SSD. Le morie NAND 3D che verranno utilizzate anche su iPhone 8 hanno più strati di celle in modo da riuscire a memorizzare molte più informazioni nello stesso spazio fisico.

Questa nuova tipologia di memorie sono iniziate ad essere prodotte con iPhone 7, il loro stadio evolutivo all’interno della catena di produzione non è sufficiente per garantire grandissime scorte, ecco quindi che anche qui entra in gioco Samsung. Ancora una volta l’azienda sudcoreana dovrà riuscire a salvare Apple ed il suo iPhone 8 dopo aver già fornito i pannelli display per il dispositivo. Gli iPhone del 2017 dovrebbero uscire in soli 2 formati a scelta tra 64GB e 256GB.

CONDIVIDI
FONTE9To5Mac