Meizu M5

Meizu ha finalmente ufficializzato il suo nuovo smartphone economico, pronto ad ingolosire il pubblico per via del suo ottimo rapporto qualità-prezzo. Il nome commerciale scelto è Meizu M5, come scandito a più riprese nel corso della presentazione andata in scena ieri nella lontana Cina: la distribuzione sul mercato del dispositivo partirà proprio dall’Estremo Oriente, e non è ancora chiaro quando e se verrà estesa in via ufficiale anche ad altri paesi. Un mosaico di informazioni insomma ancora da completare, fatta chiaramente eccezione delle caratteristiche hardware e peculiarità salienti dello smartphone, che assumono invece contorni meno sfumati.

Meizu M5 punta al sodo ed alla sostanza. Lo si comprende dalla scocca in policarbonato, impreziosita pur tuttavia dal trattamento 2.5D posto nella parte frontale del dispositivo, là dove alloggia il display da 5.2 pollici a risoluzione HD (1280 x 720 pixel): i numeri non sono elevati, ma a far da contraltare è però il rapporto di contrasto 1000:1, che promette una buona qualità visiva del pannello al netto della risoluzione non troppo elevata. Meizu ha cercato di non tagliar troppo per quanto concerne le specifiche hardware: lo smartphone economico vanta infatti un processore octa-core MediaTek MT6750 con frequenza operativa da 1.5GHz, in coppia con 2 gigabyte di memoria RAM LPDDR3 e 16 gigabyte di spazio di archiviazione interno di tipo eMMC 5.0, espandibile tramite slot per accogliere schede microSD fino al tetto limite di 128GB.

C’è però un’altra versione ancora più rifinita da un punto di vista hardware. Meizu ha infatti ritoccato verso l’alto la RAM (3 gigabyte) e storage (32 gigabyte), cercando di accontentare anche i più esigenti – previo naturalmente un prezzo di listino più elevato rispetto alla variante di <<ingresso>>. Il comparto multimediale mette invece in evidenza un sensore principale da 13 megapixel (apertura focale f/2.2) e autofocus a rilevamento di fase (PDAF), mentre la fotocamera frontale è da 5 megapixel (apertura focale f/2.0). Manca il wifi AC così come il Bluetooth è fermo alla versione 4.0, rinunce che però sono necessarie per impreziosire la scheda tecnica, in ossequio alla presenza di una batteria da 3.070mAh, lettore di impronte digitali posto frontalmente (tempi di sblocco dichiarati in soli 0,2 secondi) e connettività dual-SIM.

Meizu M5 è equipaggiato da Yun OS 5.1 (basato su Android Open Source Project) con interfaccia FlyMe 5.5 e sarà smerciato in cinque differenti colorazioni (bianco, nero, verde, blu e oro) a partire da questo mese (novembre). I prezzi di listino sono di 699 yuan (versione da 2GB+16GB) e 899 yuan (3GB+32GB).

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteSurface Dial: pre-ordini attivi e nuove info sulle app compatibili
Prossimo articoloSony Xperia: manuale per realizzare la tua ROM Android 7.1 N AOSP