Meizu E3 ufficiale: interessante smartphone Android di fascia media

Meizu E3 ufficiale: interessante smartphone Android di fascia media

Meizu E3 è stato ufficialmente annunciato in queste ore in Cina. Si tratta, in buona sostanza, di un valido smartphone Android di fascia media, privo di difetti o rinunce particolari e impreziosito – come da costumanza del produttore cinese – da un prezzo di listino aggressivo e contenuto, anche in relazione agli accorgimenti messi in mostra nel comparto fotografico. Una proposta senz’altro interessante, che permette di poter sperimentare, senza spendere cifre particolarmente esorbitanti, tutti i benefici di un design con (poche) cornici e display con rapporto in 18: 9.

A differenza di molti altri competitors, Meizu sceglie una strada diversa, evitando di prender spunto da iPhone X (e dal suo controverso notch, nel caso specifico assente), attingendo però sempre Apple come musa ispiratrice. Lo smartphone richiama infatti alcune linee guida di iPhone 7 Plus, ad incominciare dalle bande di antenna poco appariscenti e dalla doppia fotocamera posteriore che, relativamente al nuovo smartphone Meizu, è collocata verticalmente.

L’elemento distintivo di Meizu E3 è senza dubbio il display. Si tratta, nello specifico, di una unità da 5.99 pollici di tipo LCD IPS con risoluzione di 2160 x 1080 pixel e rapporto di aspetto in 18: 9, utile per fruire in tutta comodità di contenuti multimediali. Lo smartphone vanta al suo interno soluzioni altrettanto interessanti, ad incominciare dal processore Snapdragon 636 di Qualcomm (lo stesso, per inciso, incastonato su Xiaomi Redmi Note 5 Pro e l’annessa versione cinese Redmi Note 5 AI), in coppia con la scheda grafica Adreno 509 e un quantitativo di memoria RAM pari a 6 gigabyte. I benefici dell’adozione del nuovo SoC americano sono tangibili, specie per quanto riguarda il connubio prestazioni ed efficienza energetica: un superamento evidente rispetto al diffusissimo (e apprezzato) Snapdragon 625, in ossequio all’adozione di otto core di tipo Kryo e, dunque, assai più performanti in presenza di scenari di utilizzo particolarmente gravosi in termini di energia e “forza bruta”.

Ma ciò che più stupisce di Meizu E3 è il comparto fotografico. Restando ancorati alla mera carta e scheda tecnica, il nuovo smartphone Android di fascia media potrebbe addirittura ben figurare al cospetto di terminali di fascia molto più ampia. Meizu ha pensato bene di implementare un doppio modulo fotografico, protetto da vetro zaffiro e, soprattutto, impreziosito dalla presenza – almeno per quanto concerne il sensore principale – del sensore Sony IMX362 da 12 megapixel (pixel larghi 1.4 micron e grandezza del sensore di 1/2.55 pollici) con messa a fuoco veloce (cosiddetta Dual-Pixel) e apertura focale f/1.9.

La configurazione di Meizu E3 è dunque simile – se non addirittura la medesima – di Xiaomi Redmi Note 5 AI, fatta eccezione per il secondo sensore fotografico, che nel caso di specie è un teleobiettivo da ben 20 megapixel con zoom fino a 2.5x senza perdita di dettagli Sony IMX350 (grandezza del sensore pari a 1/2.8 pollici e pixel larghi 1 micron), in coppia con messa a fuoco a rilevamento di fase (PDAF) e apertura focale f/2.6. Sorregge il tutto un flash a doppio tono, mentre sul frontale spicca l’adozione di una fotocamera anteriore singola da 8 megapixel con apertura focale f/2.0.

Meizu E3 mette in mostra un corpo realizzato interamente in metallo ed è particolare l’implementazione del sensore di impronte digitali sul dorsale destro dello smartphone, alla stregua dei vecchi dispositivi Sony. A detta dell’azienda cinese, lo sblocco è piuttosto rapido (appena 0,2 secondi) e l’autonomia generale del terminale considerata come ragguardevole, a fronte degli ottimi risultati condotti dal processore Snapdragon 636 di Qualcomm e, soprattutto, da un modulo batteria da 3.300mAh con tecnologia di ricarica rapida “fredda”, sulla scorta della Dash Charge di OnePlus.

Meizu E3 sarà in pre-ordine il 26 marzo in Cina, con le spedizione che inizieranno a far data dal 31 marzo. Lo smartphone sarà disponibile nei colori Champagne Gold, Black e Blue a prezzi di listino a partire da 284 dollari.

L'ID specificato non è di un dispositivo.

FONTE: GSMArena

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: