Amazon sta progettando dei magazzini volanti che consentano il trasporto di un grande numero di prodotti sopra le città per agevolare le consegne dei droni. Sembra uno scenario fantascientifico, eppure il colosso dell’e-commerce ha già depositato alcuni brevetti nel corso degli ultimi mesi, per la precisione lo scorso maggio, ma la notizia è trapelata solo in questi giorni.

Sembra che si tratti di enormi velivoli sospesi in aria capaci di contenere una grande quantità di prodotti, in modo tale da consentire ai droni di percorrere dei tagitti più brevi per le consegne. Secondo quanto mostrato dalle immagini del progetto, sembra che questo tipo di magazzini volanti abbiano la forma di dirigibili ai quali vengono agganciati dei container contenenti la merce disponibile sul sito.

Inoltre, sembra che l’invenzione di Amazon funzioni in modo del tutto indipendente, ovvero i droni potrebbero raccogliere automaticamente i prodotti ordinati e dirigersi direttamente verso l’indirizzo di consegna.

Come si evince dal brevetto, pare che l’Airbone Fulfillment Center possa volare a circa 14 chilometri di altezza e verrebbe costantemente rifornito da altri piccoli velivoli capaci di trasportare carburante, prodotti ecc.

La forma dei dei magazzini è provvisoria. Il colosso di Seattle ha scelto i dirigibili perché riescono a viaggiare senza l’utilizzo di eccessiva potenza. Tuttavia, in seguito al disastro dell’Hindenburg, il velivolo fu praticamente abbandonato.

Va comunque ricordato che Amazon ha solo depositato dei brevetti, perciò tali progetti potrebbero non vedere la luce e rimanere pura teoria.