Apple ha stabilito le fasi iniziali del rilascio di MacOS Sierra GM 10.12 in versione finale nei confronti di sviluppatori e beta tester pubblici nel corso di queste ultime ore.

Si tratta di un update definitivo che introdurrà presto il nuovo stable system e che si sta portando all’attenzione di developer e beta-tester pubblici tramite Mac App Store o come download unico da Apple Dev Center. Il rilascio al pubblico in versione definitiva avverrà entro il prossimo 20 Settembre 2016.

La novità più in vista è di certo rappresentata dall’implementazione di Siri, l’assistente vocale made in Apple che per l’occasione si espanderà introducendo novità minori e major update funzionali di rilievo che portano avanti la perfetta integrazione con l’ambiente iCloud per il salvataggio in remoto dei documenti e dello spazio Desktop con possibilità di successiva sincronizzazione.

Ritorna anche l’utility Assistente Raidper la gestione del disco, attraverso cui operare lo scambio di dati tra iCloud differenti loggati mentre Universal Clipboard permetterà il copia-incolla tra iOS e macOS in modo bidirezionale. Completano il profilo delle nuove funzioni anche Handoff e Continuity introdotte con OSX Yosemite e riprese poi con El Capitan.

Il nuovo Apple OS, tra le altre cose, consente la condivisione delle Note tra users differenti mentre Apple Pay (lanciato inizialmente su iMac e Safari Browser) permette l’utilizzo del TouchID iPhone come sistema di conferma in qualità di chiave di sicurezza. La presenza di Apple Watch, tra l’altro, in modalità unlocked permetterà ad un MackBook di essere sbloccato facilmente senza digitare alcune password.  Tutte funzioni a dir poco interessanti.