Lumia 950, rivelazioni inedite: tra i piani di Microsoft figurava il 3D Touch e supporto alla stylus

0
Lumia 950

Lumia 950 e 950XL sono ormai finiti nel dimenticatoio, benché abbiano avuto il merito di diffondere per primi il nuovo Windows 10 Mobile. Ad un anno e mezzo di distanza dalla presentazione ufficiale (datata ottobre 2015, ndr), le strategie di Microsoft sembrano esser radicalmente mutate ed il prossimo (non confermato) step di Redmond è adesso incentrato sul chiacchieratissimo Surface Phone. Il coup de theatre del gigante americano è datato otto dicembre 2016, data nella quale è imperversata in rete una notizia di non poco: la compatibilità di Windows 10 per PC – dunque la versione desktop e completa che siamo abituati a conoscere e ad utilizzare nella quotidianità – con processori mobile ARM.

Il futuro è insomma in pieno fermento, ma bisognerà ancora attendere e pazientare prima di poter toccare con mano le strategie di Microsoft. Sempre che vengano svelate per come concepite, anche negli stadi del tutto embrionali. Tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare, recita un vecchio detto, ed in effetti anche gli attuali Lumia 950 e 950XL avrebbero dovuto metter in mostra caratteristiche ancor più sostanziose e particolari di quelle mostrate ad ottobre 2015. Lo conferma una indiscrezione del solito Windows Central, inverata da uno spot pubblicitario che, nelle intenzioni originarie, avrebbe dovuto far da rimando alle principali peculiarità di ambedue i dispositivi.

La visione integrale di Microsoft non era infatti strutturata soltanto secondo i dettami di Windows Hello e Continuum (ma anche triplo LED flash della fotocamera posteriore e raffreddamento a liquido del processore, se spulciamo alla scheda tecnica di Lumia 950 e 950XL), dal momento che in <<quel>> di Redmond si progettava un qualcosa di ancor più distintivo e <<sostanzioso>>. Il filmato, riportato in calce all’articolo, mette innanzitutto in rilievo la presenza di una stylus: in pratica, gli smartphone Windows 10 Mobile avrebbero mutuato la stessa tecnologia attualmente confinata sull’apprezzatissima gamma Surface Phone.

In secondo luogo, figurava anche l’inedita tecnologia <<Active Sides>> 3D Touch, la stessa che avrebbe dovuto identificare peraltro il mai commercializzato Lumia 1030, successore del cameraphone Lumia 1020 e conosciuto più volte in rete sotto l’appellativo di Nokia McLaren: una tale funzionalità avrebbe infatti permesso una interazione ancor più particolare con le applicazioni, in ossequio alla presenza di gesture ad-hoc rese possibili senza toccare il display.

Completano il quadro del <<quel che era e che avrebbe potuto essere>> una schermata Glance ancor più curata e dettagliata, un design leggermente diverso rispetto a quello attuale e accessori studiati ad-hoc al fine di valorizzare la produttività, come una smart cover. Insomma, Windows Hello e Continuum avrebbero dovuto esser soltanto due delle molteplici frecce nell’arco di Lumia 950 e 950XL. La realtà, nuda e cruda, mette invece in evidenza fattori diversi, con i progetti iniziali di Microsoft mai attuati. Le motivazioni non sono ancora note, e chissà che quanto riportato non possa costituire parte preponderante (magari in chiave ancora più ottimizzata e perfezionata) dell’attesissimo Surface Phone.

VIAWindows Central
CONDIVIDI
Articolo precedentemacOS 10.13: ecco cosa sperano di vedere i lettori nella nuova versione del sistema
Prossimo articoloMeizu Pro 7 a metà tra Samsung Galaxy S8 e iPhone 7 Plus nel nuovo concept