L’intelligenza artificiale secondo Huawei

L’intelligenza artificiale secondo Huawei

L’intelligenza artificiale sta facendo passi da gigante in tutte le applicazioni della nostra vita quotidiana e in futuro sarà sempre più cosi e mentre Amazon ha già lanciato, almeno negli States, i suoi applicativi IA sempre più avanzati che prossimamente investiranno anche lo shopping abbigliamento on line, anche il colosso della telefonia mobile Huawei sta lavorando ad una nuova intelligenza artificiale, nella fattispecie un nuovo assistente virtuale che sarà una grossa evoluzione rispetto ai vari Siri, Cortana, Alexa piuttosto che Google Assistant.

Gli assistenti virtuali finora conosciuti hanno sempre avuto in dotazione dei software sicuramente sempre più sofisticati ma comunque limitati a poche funzioni e parole prestabilite e ovviamente una voce robotica, con la prossima generazione in progetto da Huawei e presentata da Feliz Zhang, vice presidente del gruppo Software Engineering di Huawei, ha confermato che l’obiettivo dell’azienda è offrire in futuro un’interazione più emotiva. Qualcosa insomma che si avvicini molto, forse troppo, ai film di fantascienza visti al cinema.

I prossimi assistenti virtuali in parole povere dovranno interagire in maniera completamente diversa con l’umano, formulare interi frasi di senso compiuto con pensiero quasi umano e con un elevato quoziente intellettivo associato ad un quoziente emotivo altrettanto alto.

I prossimi assistenti virtuali dovranno saper analizzare e interpretare espressioni facciali, le intonazioni vocali e un bel gruppo di modelli comportamentali della persona per poter meglio interagire con l’utente finale, un tipo di tecnologia che certamente troverà la sua applicazione a partire dai prossimi device mobili e non solo.