Negli anni ’90 le influenze tra cinema e videogiochi diventano più profonde, si inizia anche a parlare di “realtà virtuale” e il cinema d’azione diventa molto in voga.

Infatti, nel 1992 viene rilasciato “Il Tagliaerbe” (The Lawnmower Man) film cult dove il protagonista Jobe viene sottoposto ad un esperimento scientifico che gli permetterà di aumentare a dismisura le sue facoltà mentali e acquisire superpoteri che gli permettono di entrare nel cyberspazio. Sempre negli anni ’90 escono i primi film tratti dai videogiochi. Ad inaugurare questo filone fu Super Mario Bros del 1993; il film ricalcava atmosfere cyberpunk e sfruttava come plot principale la scomparsa dei dinosauri e l’esistenza di una dimensione parallela. Nonostante avesse come protagonista Bob Hoskins nei panni di Super Mario, fu un film scadente con una trama superficiale ed effetti speciali obsoleti per l’epoca.

Sempre negli anni ’90 si diffonde la passione per le arti marziali e per i giochi “picchiaduro”, i quali diventeranno un genere gettonatissimo nelle sale giochi. Su questa onda nel 1994 venne rilasciato il film Street Fighter. Tra gli attori figuravano Raul Julia nei panni di Mr.Bison (Gomez della Famiglia Addams) l’onnipresente Jean Claude Vandamme (Guile) e Kylie Minogue (Cammy). Purtroppo anche questo fu una delusione, con una trama che non aveva nulla a che fare con il gioco e molto più simile a uno pseudo film di guerra fantascientifica molto caotico e di serie B. Pessima la rappresentazione dei personaggi (soprattutto Dalsim) dove si salva solo Mister Bison.

Un caso importante d’influenza reciproca tra cinema e videogiochi fu Mortal Kombat. Infatti, non tutti sanno che questo gioco in realtà doveva essere tratto dal film d’arti marziali Senza Esclusione di Colpi (Bloodsport). Il personaggio di Johnny Cage ricalca l’attore belga Jean Claude Van Damme. Venne rilasciato nel ’95 venne e fu diretto da Paul W.Anderson. Questo è considerato una delle migliori trasposizioni da videogiochi a film, la trama è molto in linea con il gioco ed è presente anche l’ottima rappresentazione dei personaggi.

Potrebbe interessanti anche:

L’influenza tra cinema e videogiochi parte 3

L’influenza tra cinema e videogiochi parte 1

Via