Da quando Google ha tirato fuori dal cilindro il caso SafetyNet non si è certo guadagnato la simpatia di molti utenti Android, specie tra i fan delle custom ROM.

Di recente, infatti, tutti gli utenti che hanno ottenuto i permessi di ROOT sul proprio dispositivo Android si sono ritrovati impossibilitati ad accedere ad alcune applicazioni presenti nel Play Store di Google – tra cui Netflix – dato che da adesso il rilevamento di un dispositivo “rootato” provoca un esito negativo nel controllo di sicurezza SafetyNet.

Su questo discorso si è espresso anche il team di LineageOS, il quale ha pubblicato una pagina FAQ sul proprio sito ufficiale, dove afferma quanto segue: “La nostra posizione ufficiale è che non intendiamo obiettivamente eludere un controllo di integrità che Google ha messo in atto per gli sviluppatori di app. Qualsiasi azione intrapresa per aggirare SafetyNet rischia di mettere in cattiva luce tutti i sistemi operativi personalizzati e potrebbe causare loro il blocco completo dal Play Store di Google”. 

Ad ogni modo il team propone alcune soluzioni possibili per chi desidera mantenere la custom ROM sul proprio dispositivo mobile. Ad esempio si può provare ad installare le applicazioni necessarie da fonti alternative o in alternativa è sempre possibile ripristinare il sistema operativo presente in stock e bloccare nuovamente il bootloader per tornare ad avere l’accesso completo alle applicazioni presenti sul Play Store di Google.