LG V30

LG svela ad IFA 2017 di Berlino il suo secondo smartphone top di gamma del 2017. Trattasi nello specifico di LG V30, terzo esponente dell’apprezzata gamma V inaugurata appena due anni or sono ed improntata su una esperienza rigorosamente multimediale, declinata sia nel campo fotografico che, soprattutto, in quello audio, in ossequio ad accorgimenti e patnership con aziende di alto profilo. Il produttore coreano ha incastonato in un unico prodotto tutti i suoi più recenti studi, ad incominciare dall’aspetto estetico assai simile a quello di G6: l’elemento distintivo è in tal senso offerto dal display <<FullVision>> con aspetto in 18:9, incastonato dentro una scocca realizzata in vetro (Gorilla Glass 5) e metallo ed impreziosita dalle ormai immancabili certificazioni MIL-STD 810G e IP68, necessari per garantire una piena resistenza ad urti, acqua e polvere.

La parte posteriore – leggermente curva al fine di migliorare la presa – è dominata da una doppia fotocamera e sensori annessi e  lettore di impronte digitali. Alcuni dati, nudi e crudi, certificano appieno la minuziosa attenzione posta dal produttore coreano sul versante squisitamente estetico: spessore di appena 7.3 millimetri e peso specifico di 158 grammi, a fronte di dimensioni molto contenute se rapportate al diretto predecessore.

LG V30 Always On
La nuova modalità Always On Display di LG V30

LG V30 riprende insomma la strada inaugurata da G6, migliorandone alcuni aspetti distintivi. Eloquente è in tal senso il display da sei pollici di diagonale, per la prima volta di tipo OLED ed impreziosito da tutta una serie di accorgimenti: la risoluzione resta QuadHD+(2880×1440), spalmata in una densità di pixel per pollice di ben 564 ppi e suggellata da alcuni importanti accorgimenti, quali il supporto allo standard HDR 10 e la protezione con vetro Gorilla Glass 5. Il nuovo esponente della gamma V perde per la prima volta il secondo display superiore per far posto ad un unico pannello a dimensioni ancor più ampie. LG non ha ad ogni modo rinunciato ai benefici apportati dallo schermo secondario, ed in tal senso ha preferito intervenire via software, migliorando – anche in ossequio all’implementazione del pannello OLED – la sua modalità Always-On display: gli utenti potranno in tal senso visualizzare orologio e notifiche, ma anche Quick Tools, riproduttore musicale od anche una fotografia personale.

LG V30 barra flottante
La barra galleggiante del nuovo LG V30

Di concerto con una nuova modalità AOD, LG V30 mette in mostra anche una barra galleggiante presentata dallo stesso produttore proprio come l’evoluzione del display secondario del V20. Le funzionalità ed il modus operandi richiamano un po’ la controparte Samsung Edge Screen, dal momento che si potrà ad esempio sfruttare alcune scorciatoie inerenti applicazioni di primo rilievo, quali le impostazioni, le note, il calendario e, verosimilmente anche qualcuna in più in ossequio alla sua completa personalizzazione. La barra galleggiante è accessibile spostandosi dal bordo dello schermo e viene indicata da un piccolo semicerchio con una freccia.

Conformemente alla propria natura multimediale, LG V30 pone una attenzione certosina anche per ciò che concerne il comparto fotografico. Il nuovo smartphone LG è infatti dotato di una fotocamera primaria da 16 megapixel (71 gradi) affiancata da un secondo sensore grandangolo da 13 megapixel (120 gradi) con apertura focale f/1.9; LG V30 può fregiarsi del titolo di primo smartphone al mondo ad accogliere una fotocamera impreziosita da una apertura focale f/1.6, pronta a migliorare ulteriormente le performance in notturna ed in condizioni di scarsa illuminazione. Il comparto fotografico, accoppiato da OIS e EIS e vetro Crystal Clear, è poi impreziosito da accorgimenti particolari relativamente al software: spicca in primo luogo una funzione chiamata Graphy, una sorta di album di immagini di fotografi professionisti provenienti da tutto il mondo; ciascuno di essi rappresenta indubbiamente uno stile diverso che gli utenti potranno scegliere ogni qualvolta scattano una foto. Con Cine Effect e Point Zoom si potrà invece rispettivamente avere accesso a particolari tecniche di color grading, tali da modificare ad esempio le tonalità delle riprese scegliendo fra 15 preset cinematografici, e ingrandire facilmente il soggetto nell’inquadratura anche se non è collocato in posizione centrale, in ossequio ad un particolare algoritmo.

Proprio come il predecessore V20 e il V10 prima di esso, LG V30 è impreziosito da un Quad DAC Hi-Fi pronto a stuzzicare gli amanti della musica. Sviluppato in partnership con la California ESS Technology, l’avanzata componentistica hardware introduce funzionalità come filtri digitali e preset audio, consentendo un’esperienza più personalizzabile e un suono di alta qualità, anche con le <<normali>> cuffie. LG continua inoltre nella sua collaborazione con B & O Play (società Bang & Olufsen), insignita del compito di ottimizzare l’esperienza sonora globale che LG V30 vuole offrire agli utenti. Inoltre, similmente al V20, il nuovo smartphone sarà dotato di auricolari B & O di alta qualità nella confezione ufficiale di vendita. Una strada insomma ancor perfezionata e suggellata rispetto al passato, inverata anche e soprattutto nella registratore audio: quest’ultimo ha infatti una doppia funzione e, conseguentemente, agisce anche da microfono così da catturare una gamma acustica maggiore.

LG V30 è un vero e proprio smartphone top di gamma. Al suo interno spicca il processore Shapdragon 835, corroborato da 4 GB di RAM e una batteria da 3.300 mAh. Sarà disponibile in due opzioni di archiviazione, con 64 o 128 GB di memoria interna e in ambedue i casi si potrà espandere lo storage nativo mediante schede SD fino ad un tetto limite di 2 TB di dimensioni. Il V30 supporta anche la ricarica senza fili, vanta il Bluetooth 5.0 e un pieno supporto all’assistente Google Assistant; il software rappresenta invece una evoluzione del G6, dal momento che strutturato secondo i paradigmi dell’interfaccia UX 6.0 plasmata sull’ultimo Android 7.1.2 Nougat.

Scheda Tecnica LG V30 / V30+

  • Processore: Qualcomm Snapdragon 835
  • Display: OLED FullVision 6 pollici formato 18:9 QuadHD+ (2880 x 1440 pixel/ 538ppi)
  • Memoria: V30: RAM 4GB LPDDR4x / ROM 64GB UFS 2.1 / MicroSD (fino a 2TB)
    V30+: RAM 4GB LPDDR4x / ROM 128GB UFS 2.1 / MicroSD (fino a 2TB)
  • Fotocamera: Posteriore: 16MP (F1.6 / 71°) / 13MP ultra-grandangolo (F1.9/ 120°) Frontale: 5MP grandangolo (F2.2 / 90°)
  • Batteria: 3,300mAh con Qualcomm Quick Charge 3.0 e ricarica wireless WPC
  • Sistema Operativo: Android 7.1.2 Nougat
  • Dimensioni: 151.7 x 75.4 x 7.3mm
  • Peso: 158g
  • Network: LTE Cat 16
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a, b, g, n, ac / Bluetooth 5.0 BLE / NFC / USB Type-C 2.0 (compatible 3.1)
  • Colori: V30: Cloud Silver / Moroccan Blue V30+: Aurora Black
  • Altre caratteristiche: Cuffie B&O PLAY in confezione / Resistente ad acqua e polvere (IP68) / Certificato MIL-STD 810G / Lenti Crystal Clear / Quad DAC Hi-Fi a 32-bit / HDR10 / Daydream / Google Assistant / UX 6.0+ / Riconoscimento vocale / Riconoscimento del volto / Sensore delle impronte

LG V30 sarà disponibile anche in Italia nelle colorazioni Cloud Silver e Moroccan Blue e anche nella variante esclusiva V30 Plus Aurora Black con a bordo 128GB di memoria interna.

VIALG
CONDIVIDI
Articolo precedenteAsus Zenbook Flip S: convertibile 2-in-1 top di gamma con design super sottile
Prossimo articoloSony Xperia XA1 Plus potrebbe offrire una batteria dalla lunga durata