LG G6, attesa finita: inizia la distribuzione di Android 8.0 Oreo

LG G6, attesa finita: inizia la distribuzione di Android 8.0 Oreo

Conformemente alle direttive indicate soltanto qualche giorno addietro, LG ha ufficializzato in queste ore l’avvio della distribuzione dell’aggiornamento Android 8.0 Oreo su LG G6. Si tratta, precisiamo sin da subito, di un rilascio assolutamente graduale, nel senso che l’ultimo importante firmware progettato per l’ex top di gamma Android del 2017 sarà installato con differenti tempistiche in tutti i principali mercati internazionali all’interno dei quali lo smartphone è stato finora commercializzato. A far da apripista, nello specifico, è al momento la sola Corea del Sud, seguita a ruota durante le prossime settimane dai territori americani ed europei, benché con date non ancora precisate dalla stessa LG.

Per i possessori italiani di LG G6 non cambierà insomma nulla, almeno nell’immediato, ma in attesa di avere delucidazioni maggiori circa il rilascio dell’aggiornamento Android 8.0 Oreo – che conformemente ad alcune dichiarazioni precedenti avrebbe dovuto sbarcare sul nostro territorio entro il mese di giugno – vale in questa sede la pena focalizzare l’attenzione sulle novità e migliorie apportate dal produttore sudcoreano sul suo smartphone impreziosito da cornici sottili e resistenza all’acqua e polvere.

Il pacchetto software offre infatti numerose funzionalità al dispositivo, tra cui la nuova modalità picture-in-picture (ossia la possibilità di eseguire applicazioni in finestra, come Google Maps o YouTube), oltre che il riempimento automatico del testo, i canali di notifica (cosiddetti “notification dots“, che consentono di controllare il modo in cui il sistema operativo gestisce le notifiche inviate da singole applicazioni), le icone adattive (per avere dimensioni omogenee delle icone delle varie app) e la possibilità di posticipare le notifiche. Alle novità di Android 8.0 Oreo fanno comunque seguito alcune implementazioni più settoriali e specifiche orchestrate da LG, come il supporto codec audio Bluetooth di alta qualità – capace di trasmettere più dati rispetto ad altri codec audio. Ci aspettiamo ad ogni modo che LG G6 riceva alcune funzionalità della fotocamera in virtù del progetto ThinQ (Intelligenza Artificiale), così come precisato dal produttore contestualmente all’ufficializzazione di V30S ThinQ al Mobile World Congress 2018 di Barcellona.