La competizione tra i due giganti coreani Samsung e LG si sta riscaldando sempre di più dopo che Samsung ha presentato il Galaxy S IV.

L’ultima diatriba infatti è riferita alla tecnologia eye-tracking che Samsung utilizza per le caratteristiche, come Smart Pause, presenti nel nuovo dispositivo di punta di casa Samsung, il Galaxy S IV, che blocca la riproduzione video quando rileva gli occhi dell’utente non visualizzano più lo schermo.

LG sta aggiornando il suo Optimus G Pro con una funzione simile chiamata Smart Video pronta per il mese, ma in realtà il deposito dei brevetti su questa tecnologia era datato 2009, e si aggiungeva ad un blocco di altri brevetti sempre basati sul tracciamento oculare che erano depositati già dal 2005.

Ora LG sta progettando di esaminare se i brevetti di Samsung sulla questione non violino il suo portafoglio, visto anche  che Samsung, nega categoricamente. La battaglia prosegue e, dopo gli scontri dei dispositivi sul mercato, è destinata ad entrare anche nelle aule dei tribunali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFacebook per iOS si aggiorna permettendo di cambiare la copertina del profilo direttamente dal device!
Prossimo articoloHTC One in ritardo per il lancio: mancanza di componenti per la fotocamera ultrapixel