nuovo iPhone OLED

La vicenda fra l’FBI e la Apple sembra tutt’altro che finita. Nel frattempo che la società di Cupertino tenta di scoprire in che modo i federali hanno sbloccato l’ormai famoso iPhone del terrorista della San Bernardino, l’FBI ha sbloccato altri due dispositivi iOS.

L’FBI continua a “spiare” gli utenti Apple

I dispositivi sbloccati riguardano un caso di omicidio piuttosto complesso perpetrato in Arkansas. Due giovani ragazzi sono ancora sospettati del cruento omicidio dei propri nonni. I due giovani ragazzi, Justin Staton (15 anni) e Hunter Drexler (18 anni), sono stati arrestati con altri due compagni la scorsa estate.

Durante il processo l’accusa ha chiesto al giudice il rinvio del processo al prossimo 27 giugno. Il giudice ha accordato il tutto ed è stata accolta anche la richiesta dell’accusa, che riguarda lo sblocco dei dispositivi iOS appartenenti ai giovani ragazzi accusati del macabro delitto.

iOS 10 più sicuro e meno inviolabile?

Apple, come ben sappiamo, ancora non riesce a comprendere come sia stato possibile effettuare lo sblocco dei sistemi di sicurezza di iOS. Probabilmente i tecnici di Cupertino sono al lavoro per capire ciò. Magari iOS 10, la prossima major release del sistema operativo mobile di Apple, conterrà nuove misure per evitare lo sblocco dei propri dispositivi. Come dicevamo all’inizio, questa vicenda sembra tutt’altro che conclusa.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedentePanasonic 3DO, la console incompiuta!
Prossimo articoloGoogle Fiber Phone rispolvera la vecchia linea fissa