Lenovo Moto Z Play

Lenovo Moto Z Play dovrebbe esser svelato il prossimo 6 settembre in occasione della suggestiva cornice di IFA 2016 di Berlino. Lo conferma una indiscrezione riportata da un utente a mezzo Twitter, affiancata ad una immagine leaked – l’ennesima, a distanza di diverse settimane – che pone l’accento sull’aspetto squisitamente estetico del dispositivo di cui trattasi. Lenovo dovrebbe pertanto irrobustire l’attuale gamma Moto Z – impreziosita dalla sfruculiante caratteristica della modularità – immettendo sul mercato una proposta contrassegnata da un prezzo di listino più contenuto e accessibile. Logica conseguenza, quest’ultima, di componentistiche hardware meno esose se rapportate ai dispositivi di punta ma altrettanto valide e prestanti: si parla, nello specifico, del processore octa-core Snapdragon 625, affiancato da 3 gigabyte di memoria RAM.

Lenovo Moto Z Play dovrebbe pure esser caratterizzato dalla presenza di un jack audio da 3.5 millimetri (assente su Moto Z e Moto Z Force) oltre che da un display da 5.5 pollici a risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). Intatta invece la caratteristica intrinseca della modularità, che potrebbe tener banco proprio ad IFA 2016, allorquando Lenovo toglierà il velo alla fotocamera Hasselblad (MotoMods Camera l’appellativo ufficiale) già oggetto in questi giorni di svariate indiscrezioni. Il listino del nuovo smartphone Lenovo sarà pertanto certamente inferiore e dovrebbe con buona probabilità attestarsi attorno alla forbice di prezzo oscillante tra i 400 ed i 500 dollari.

IFA 2016 sarà ad ogni modo l’occasione propizia per fare un po’ il punto della situazione e metter i classici <<puntini sulle i>>. Oltre all’atteso Lenovo Moto Z Play, il colosso cinese sarà infatti chiamato a dispensare dettagli ulteriori – su tutti data di commercializzazione – inerenti gli attuali smartphone di nuova generazione. Non mancheranno altresì ulteriori dispositivi, ed il rimando va nettamente verso lo smartwatch Android Wear Moto 360 2016 e svariati convertibili Windows 10. Una proposta dunque estremamente ricca e pronta ad abbracciare segmenti diversi, in attesa adesso delle fatidiche ufficialità.

via