Moto

Stando ad un recente rapporto da Hong Kong, Lenovo ha intenzione di cessare la produzione di smartphone sotto il proprio brand. Questo non determina la fine del produttore in ambito mobile, bensì un cambio di rotta nella nomenclatura dei propri dispositivi che avranno un nuovo futuro sotto il brand Moto.

Durante lo scorso trimestre, Lenovo ha venduto un discreto numero di smartphone pari a 14 milioni di unità, tra cui sono comprese sia quelle appartenenti alla gamma Moto sia quelle sotto brand Lenovo. Tuttavia, sembra che le performance di vendita nel paese d’origine, Cina, non abbiano sortito gli stessi risultati dei mercati oltreoceano.

Moto

Dal momento che il brand Moto risulta ben consolidato e forte nel mercato globale degli smartphone, risulta avere decisamente senso che Lenovo voglia abbandonare il proprio marchio proprio in questo settore. Prendendo come campione il mercato statunitense, i dispositivi Lenovo non hanno grande rilevanza mentre quelli sotto brand Moto godono di un’ottima reputazione, seppur la compagnia d’origine sia la stessa.

Lenovo è in fase evolutiva dunque e ciò viene testimoniato dai recenti riposizionamenti ai vertici della compagnia. Ricordiamo che il produttore asiatico acquistò la divisione mobile di Motorola da Google nel 2014 per 3 miliardi di dollari, motivo per cui il colosso cinese possiede i diritti di utilizzare il brand Moto.

In conclusione, bisogna precisare che tutto questo concerne il settore smartphone e che il vero fulcro del business di Lenovo, il mercato PC, resterà sotto il proprio marchio. La compagnia vuole cambiare rotta, dunque, da un produttore meramente hardware ad una società orientata sui propri clienti e e sui dispositivi dotati di intelligenza artificiale oltre che ai servizi cloud.