Scheda tecnica LG G4

LG si appresta a presentare G4, il nuovo top di gamma dotato di un display QHD, fotocamera da 16 Megapixel e materiali di pregio per la cover posteriore.

Torniamo anche questa settimana ad occuparci dei temi più interessanti del mondo della tecnologia parlando di LG G4, il nuovo top di gamma di LG che verrà presentato domani (Martedì 28 aprile) a New York, Londra e Parigi. Partiamo con una premessa, tutti i dettagli che vi proponiamo sono frutto di rumors più o meno certi, uniti alle informazioni ufficiali svelate dalla stessa casa Coreana.

[

Design

Iniziamo analizzando il possibile design che ha stupito tutti sin dai primi rumors, poichè sembrerebbe che LG G4 avrà una backcover in pelle. Infatti, al già collaudato design della parte anteriore visto prima in G3 e poi affinato in G Flex 2 (e simile a LG Spirit), la casa coreana osa, tralasciando il policarbonato con finitura metallica per un materiale di assoluto pregio oltre che inedito nel panorama smartphone mondiale. Inoltre G4 dovrebbe avere cornici in alluminio, garantendo quindi un design premium, anche per non restare indietro rispetto ai concorrenti come Galaxy S6, HTC M9 e iPhone 6.

LG proporrà comunque una lieve curvatura della backcover (non sappiamo se anche del display) che garantirà una presa solida, anche come tratto distintivo della recente produzione di smartphone. Inoltre possiamo immaginare anche le dimensioni di G4: 149,1 mm di lunghezza, 75,3 millimetri di larghezza e 8,9 mm di spessore.

lg-g-side

Display

LG già con il precedente top di gamma G3 ha proposto uno dei migliori display IPS in commercio, non che uno dei primi smartphone a presentare una risoluzione in QHD (2560×1440 pixel) in una dimensione di 5.5″. Inizialmente, per quanto riguarda LG G4, si ipotizzava un display da 5,3 pollici, ma in seguito a informazioni più precise, la grandezza dello schermo non dovrebbe variare rispetto a quella del predecessore, mantenendone invariata la risoluzione. Molto probabilmente verranno introdotte le tecnologie IPS Quantum e Zero Gap che consentono di avere dei colori molto brillanti, neri simili ad un amoled e angoli di visione ottimi, visto il posizionamento dello schermo molto a ridosso del touch.

LG G Flex 2 e' disponibile online da Tecnosell a soli € 188,00

Software

Come abbiamo già visto con l’aggiornamento a Lollipop, LG ha proposto una nuova interfaccia con uno stile più orientato verso il Material Design di Google. Ciò non toglie che LG abbia deciso di rinnovare ulteriormente la sua interfaccia Optimus UI 4.0 con qualche ulteriore affinamento grafico ma soprattutto con funzionalità nuove e più “smart” rispetto a G3 che probabilmente in futuro potrà vedere l’update alla stessa UI del G4.

Tra le principali novità ci saranno:

  • Quick Shot: feature che consentirà di  scattare una foto premendo due volte sul tasto del volume posizionato sul retro anche da dispositivo bloccato (già vista su G Flex 2 e Spirit).
  • Gesture Interval Shot: permette agli appassionati di selfie di scegliere tra 4 diversi selfie scattati uno di seguito all’altro.
  • Ringtone ID: sarà possibile assegnare suonerie diverse ai vostri contatti preferiti per capire immediatamente chi vi chiama
  • Quick Memo+: ovvero la funzione estesa dell’ottima app Quick Memo che consente di prendere le note in modo ancor più rapido ed efficiente.

Ovviamente queste sono alcune delle funzioni che saranno presenti (con estrema probabilità) in G4, molte altre potremo vederle solo successivamente al lancio. Inoltre si vocifera  una maggior apertura del sistema con la conseguente possibilità per l’utente di rimuovere app indesiderate o ritenute inutili senza alcun bisogno di root e sblocchi vari, così da ottenere maggior spazio a disposizione nel device. Si vocifera anche si una interfaccia separata e semplificata per gli utenti meno interessati ad aver tutte le ultime funzioni che badano alla praticità e alla semplicità.

lg-g4-colors

Hardware

LG sembra intenzionata a promuovere una campagna (attiva esclusivamente per la Corea) che da la possibilità di sostituire gratuitamente il display per il primo anno di vita magari in seguito ad una spiacevole caduta. Inoltre sembrerebbe che venga regalata una MicroSD da 64 GB, cosa che confermerebbe l’espandibilità della memoria interna.

Passiamo alla parte più interessante e controversa: il processore. Se inizialmente i rumors dicevano che LG si sarebbe prodotta dei processori in casa per essere indipendente da Qualcomm, si era poi vociferato l’utilizzo dello Snapdragon 810 come del phablet G Flex 2. Visti però i problemi che questo processore ha mostrato, l’ipotesi più plausibile e certa riguarda l’utilizzo di un Qualcomm Snapdragon 808, dual-core Cortex-A57 abbinato ad un quad-core A53 a 64-bit e GPU Adreno 418. La soluzione non rappresenta certo il top della produzione ma LG potrebbe stupirci con una eccellente ottimizzazione in modo da sfruttare al top questa unità e non presentare difetti nè sotto il punto di vista prestazionale, nè sotto quello energetico.

Riportiamo di seguito quelle che ipotizziamo potranno essere le caratteristiche tecniche, su base dei recenti rumors. Nessuna delle seguenti specifiche può essere considerata certa

  • OS:  Android 5.1 Lollipop con Optimus UI 4.0
  • Display: 5,5 pollici, 2560 x 1440 pixel 534 ppi IPS Quantum
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 808 con GPU Adreno 418
  • RAM: 3 GB (non sembrerebbe prevista la duplice versione come in G3)
  • Memoria interna: 32/64 GB + microSD
  • Batteria: 3500 mAh
  • Fotocamera 16 Megapixel con Flash LED, messa a fuoco laser, OIS+ e f1.8; Fotocamera anteriore da 5,1 Megapixel
  • Connettività: 4G, HSPA, NFC, Bluetooth 4.1, WiFi a/b/g/n/ac
  • Dimensioni: 149,1 x 75,3 x 8,9 mm

Per quanto riguarda la fotocamera, le caratteristiche appaiono quasi certe, visti i rumors e le semi-ufficializzazioni circa un f di 1.8. Un valore così basso garantirebbe un’elevata luminosità nelle foto notturne, con conseguente aumento della qualità. Se inizialmente per la fotocamera anteriore si vociferavano 8 Megapixel, le voci più recenti hanno indicato una definizione di 5.1 Megapixel, valore comunque elevato che, se confermato, garantirà una elevata qualità
Inoltre il nuovo sensore sarà sempre dotato di stabilizzatore ottico OIS+ ma anche da 6 lenti e da un filtro blu ultrasottile di appena 0.1mm che impedirà agli infrarossi di raggiungere l’obiettivo ed eviterà la distorsione dei colori.

lg-g4-camera

Conclusioni

Dopo aver raccolto per categoria (quasi) tutti i rumors più plausibili, restiamo in attesa di vedere quali saranno le reali caratteristiche tecniche anche se ci aspettiamo un prodotto di assoluto pregio visto come sta lavorando LG negli ultimi mesi. Infatti vogliamo prendere atto del grande impegno messo dalla casa coreana nel realizzare smartphone per tutte le fascie ma che mantengano una buona qualità e alcuni tratti distintivi visto anche il periodo buio dal quale il suddetto brand è uscito.

Chiunque avesse ulteriori informazioni (abbastanza) sicure, può comunicarcele anche nei commenti e verificata la loro plausibilità, le inseriremo in questo articolo. Ringraziamo tutti coloro che ci seguono assiduamente e speriamo che il nostro lavoro possa essere considerato utile e di vostro gradimento.