La pizza è da molti considerata originaria della tradizione culinaria italiana e in special modo napoletana, ma la storia narra che già esisteva nel mondo antico dove Greci, Romani ed anche Egizi cucinavano focacce schiacciate non tanto diverse dalla ben nota pietanza; insomma, secoli di storia “intorno” all’amata pizza. Finora i luoghi comuni hanno visto gli italiani descritti con pizza, spaghetti e mandolino, e adesso questi stili di vita e filosofie (perché anche la pizza è una filosofia) da noi esportati oltreoceano ci ritornano indietro in forma hi-tech.

Sembra che la vecchia scatola quadrata che contiene usualmente la pizza debba andare (ma sarà poi cosi?) in disuso, ormai considerata “dozzinale e poco funzionale”. Forse non abbastanza chic?! Quale motivo può aver indotto un’azienda che produce sistemi operativi e computer come Apple a ideare un contenitore per la pizza, rotondo e studiato nei dettagli? Certamente al colosso californiano piace questo alimento, e tanto da creargli una scatola ad hoc.

L’inventore del brevetto fu Francesco Longoni, a capo del team di Apple responsabile del settore alimentare e, cosa curiosa, sembra che proprio una scatola da pizza fosse stata utilizzata da tutti i membri del suddetto team per apporre una firma, a seguito della morte del Ceo Steve Jobs, come espressione di cordoglio.

Il box, ideato sette anni fa e usato nelle caffetterie di Apple, è stato riportato in auge dopo essere stato avvistato ad Apple Park, il campus dell’azienda. Il brevetto, regolarmente registrato nel 2010, descrive una scatola rotonda in materiale ecosostenibile e resistente, con un coperchio a forellini per disperdere l’umidità e con anelli concentrici in rilievo sul fondo come supporto alla pizza. Tutto ciò ideato al fine di far pervenire il gustoso piatto al destinatario nel miglior modo possibile.

La scatola sarà pure hi-tech, ma speriamo che il costo non superi quello del prodotto in essa contenuto e che l’intera operazione non risulti una perdita di tempo e di investimenti; perché in fondo quello che conta davvero è La Pizza, quella lasciamola così com’è.